Cerca

Bitcoin nei negozi e in taxi, arriva lo smart pos

ECONOMIA
Bitcoin nei negozi e in taxi, arriva lo smart pos

(FOTOGRAMMA)

Pagare un acquisto in bitcoin, in un negozio o anche a bordo di un taxi, non è più un problema: arriva un ‘abilitatore di pagamenti’ dal nome britannico ma basato in Italia, a Roma, Chainside, che ha creato un sistema digitale che permette di accedere al pagamento in bitcoin con grande facilità. Si tratta di un 'mobile pos' che sarà scaricabile a breve dagli App Store sia di Apple che di Android e che fra poco arriverà nei negozi fisici e su 15mila taxi italiani, a Milano, Roma e Napoli.

Chainside nel marzo scorao ha infatti perfezionato un accordo con itTaxi, il più grande network di tassisti in Italia: il servizio è già operativo sul sito internet di itTaxi dove l’utente puo’ preacquistare una corsa pagandola in bitcoin (sul sito danno un codice che poi il cliente dà al taxista).

Appena terminato il montaggio sulle vetture dei pos di nuova generazione, o smart pos, Chainside sarà usufruible su 15mila taxi Italiani. Sarà probabilmente la più grande rete commerciale ad accettare criptovalute in tutto il mondo.


Taxi a parte, ogni esercizio commerciale sia online che fisico iscrivendosi alla piattaforma può introdurre un nuovo metodo di pagamento: l’esercente deve semplicemente digitare il valore in euro sul tastierino dell’app di Chainside e il sistema converte il prezzo in bitcoin.

Poi il commerciante o il taxista potrà decidere se tenersi i bitcoin o farsi addebitare il valore della transazione in euro: il cambio si effettua in maniera istantanea.

Per il commercio online il sistema è già attivo tramite il sito di Chainside, società costituita nel 2017 e che poco dopo ha siglato un accordo con il servizio di radiotaxi romano 3570: prima del lancio ufficiale il prodotto che abilita i pagamenti al pubblico è stato ulteriormente testato.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.