Cerca

"Sforzo corale per aprire il Salone di Genova alla città"

ECONOMIA
Sforzo corale per aprire il Salone di Genova alla città

Salone Nautico a Genova, immagine di archivio (Fotogramma)

"L'eccellenza del prodotto non è mai mancata al Salone Nautico, era la priorità anche durante la crisi. Adesso, dopo 3 anni di superamento della crisi di mercato, con il problema di non riuscire a dare soddisfazioni a tutte le richieste crescenti degli espositori, ci siamo detti che dobbiamo pensare al Salone non come ad un evento vetrina che si consumi in 10 giorni ma sentiamo una spinta forte ad aggiungere qualcosa a quello che c'è già". Lo ha spiegato Carla Demaria, presidente di Ucina - Confindustria Nautica, al lancio ufficiale a Milano della 59esima edizione del Salone Nautico di Genova.


Secondo Demaria, perché il messaggio di 'Genova città della nautica' possa diventare un progetto strutturato che superi il periodo del solo salone, serve "un patto con la città, che già c'è ma che deve fare un salto qualità"."Deve diventare il pensiero di tutti noi perché si trasformi in progetto corale -ha aggiunto - Abbiamo anche il problema di dare maggiore spazio agli espositori, sarebbe una follia pensare di non poterlo fare. Occorre uno sforzo congiunto complesso ma vale la pena farlo". Sugli spazi a disposizione per l'evento, Demaria ha poi ricordato: "Abbiamo limiti, non utilizziamo più il padiglione S della Fiera: oggi non è possibile accedere ma il pensiero più alto deve provare ad affrontare soluzioni attualmente non previste". "Immaginiamo un padiglione che viva e si faccia vivere dalla città il più possibile", ha proseguito pensando ad una ristrutturazione dell'area in via ipotetica, e portando all'attenzione del pubblico le slide di alcuni progetti di circa una decina di anni fa pensati per ottimizzare l'uso degli spazi del padiglione, attualmente in disuso.

"C'è una strada più veloce - ha poi concluso - per rispondere a necessità di spazi e si chiama Porto Antico: stiamo dialogando e qui non servirebbero investimenti, le barche lo raggiungono molto velocemente, dobbiamo pensare a superare i confini della darsena per espanderci nella città. E ora si potrebbe farlo, il mercato lo permette, non più solo per 10 giorni all'anno. Con uno sforzo congiunto potremmo fare il primo il salone dei mega yacht a Genova".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.