Cerca

"Garantire i consumatori che useranno la 'moneta' di Facebook"

ECONOMIA
Garantire i consumatori che useranno la 'moneta' di Facebook

(Ipa/Fotogramma)

di Andreana d'Aquino


La criptovaluta Libra lanciata da Facebook è sotto la lente anche dei maggiori esponenti italiani del mondo delle blockchain. Libra "dimostra la valenza strategica della tecnologia della catena dei blocchi e da quello che abbiamo studiato del progetto, ci saranno transazioni fra persone individuate e tracciate e questo è un aspetto cruciale" afferma all'Adnkronos Giuliano Pierucci, presidente dell'Abi e-Associazione Italiana delle Blockchain, all'indomani della presentazione della moneta di Mark Zuckerberg.

Pierucci argomenta inoltre che "un altro aspetto importante della criptovaluta Libra è la regolamentazione, l'inclusione e la garanzia dell'uso della tecnologia che, da un ambito centralizzato, migrerà verso una decentralizzazione". "Ritengo questa strategia coerente, è un progetto maturo" ma "saranno necessarie soluzioni regolatorie che garantiscano ovviamente la tutela dei consumatori, l'antiriciclaggio e la gestione certa e corretta delle identità delle persone che operano con questa criptovaluta e dei loro dati" rimarca ancora il presidente dell'Associazione Italiana delle Blockchain entrata dal 5 giugno scorso in Confindustria Digitale.

Libra è "una criptovaluta, costruita su una blockchain appositamente realizzata, che ha l’ambizione di rendere semplice - come mandare un messaggio o una foto - l’invio e la ricezione di pagamenti, trasferire o custodire valore" segnala l'Abie che ritiene "molto significativo" che player come Visa, MasterCard, Paypal, Uber o e-Bay "abbiano fortemente voluto caratterizzare questa iniziativa come appartenente al mondo crypto, riconoscendo così un grande valore alle tecnologie blockchain e indicando, fin dalle prime 'righe' del progetto, l’intenzione di aprirlo il più possibile ed a tutti i livelli".

Per Abie, inoltre, è "notevolmente apprezzabile che i promotori abbiano affrontato, da subito, direttamente tutti i temi caldi che chi opera nel settore delle blockchain e dei crypto-assets ben conosce". Innanzitutto, il tema della volatilità. Pierucci spiega infatti che "il progetto finanziario di Libra punta ad avere stabilità" e osserva come "oggi le criptovalute in circolazione abbiano invece difficoltà ad essere usate come strumento di scambio proprio per la loro eccessiva volatilità".

"Se invece abbiamo una criptovaluta a bassa volatilità, direi stabile, ciò consentirà di avere scambi nell'economia reale" chiarisce ancora il presidente dell'associazione che promuovere lo sviluppo dei servizi e delle tecnologie basate su blockchain dal settore Fintech all'Industria 4.0 all'IoT, al Made in Italy, comprese Sanità, settore Immobiliare, Identità digitale, Crowdfunding e Privacy.

Libra punta infatti "ad essere una stablecoin dalla struttura finanziaria complessa che permette alla moneta di conservare il valore nel tempo e a livello mondiale" e, rileva ancora l'Abie, "emerge chiaramente l’auspicata intenzione di affrontare i temi del difficile rapporto con i regolatori dei diversi Stati e della tutela dei diritti delle persone che, a vario titolo, entrano in gioco in un processo di pagamento o di scambio di moneta".

Per l'Abie "la percezione che emerge forte dallo studio effettuato sui vari ambiti di Libra, - dalle 'mosse' finora fatte dalla Libra Association e dalle reazioni internazionali dei diversi player settoriali - è quella di un 'cambio di passo' forte nel percorso che vede la tecnologia blockchain come uno strumento fondamentale nel processo di cambiamento dei modelli finanziari, economici e sociali". Pierucci assicura che, "passata l’attenzione mediatica, Abie, come gli altri attori del settore, continuerà ad osservare con estrema attenzione le evoluzioni di Libra". Guardando ancora al futuro, infine, "considerata la potenzialità dei nuovi mercati aperti da una diffusione di massa di una criptovaluta" come Libra, per l'Associazione Blockchain Imprese ed Enti "emerge che le innegabili risorse, aggiuntive a quelle già importanti che il mondo crypto ha saputo attirare, saranno un sicuro acceleratore per la diffusione della blockchain e delle tecnologie collegate".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.