Cerca

Cosa fare se si perde il lavoro?

ECONOMIA
Cosa fare se si perde il lavoro?

La perdita di un impiego è un evento che scuote la vita di ogni persona, ma non per questo bisogna piangere su se stessi. La prima cosa da fare quando improvvisamente si resta disoccupati è trovare un modo per uscire da questa spiacevole situazione mettendosi subito alla ricerca di un nuovo lavoro.


Per prima cosa è consigliato fare un prospetto dei danni economici provocati dalla perdita dell’impiego e - di conseguenza - dello stipendio: il primo passo è quello di redigere un bilancio familiare tenendo conto delle risorse a disposizione e delle spese da affrontare nel periodo in cui si è disoccupati. Ovviamente cercate di tagliare tutto il superfluo, limitando le spese necessarie: solo risparmiando il più possibile potrete ridurre l’impatto economico provocato dalla perdita del lavoro.

Ricordate che lo Stato riconosce comunque degli aiuti economici per chi perde il lavoro: ad esempio a chi si trova in uno stato di disoccupazione e può vantare 13 settimane contributive negli ultimi 4 anni e 30 giorni di lavoro effettivo nell’ultimo anno - è riconosciuta l’indennità Naspi, per un importo pari al 75% della retribuzione percepita nel periodo di impiego.

Inoltre, una volta perso il lavoro potrete aggiornare l’Isee - facendo richiesta per l’Isee corrente - e nel caso in cui la soglia sia inferiore ai 9.360€ potrete fare domanda per il reddito di cittadinanza (sempre se ne soddisfate gli altri requisiti).

Una volta messe a riparo le vostre finanze dovrete cercare di trovare un nuovo impiego nel minor tempo possibile. Ci sono diversi consigli utili per trovare lavoro in poco tempo : come prima cosa è importante aggiornare il Curriculum Vitae inserendo le ultime esperienze professionali e le competenze acquisite. Qualora stiate cercando un impiego presso una grande multinazionale potrebbe esservi d’aiuto un CV scritto in lingua inglese.

Per la ricerca del lavoro rivolgetevi a più intermediari possibili, come centri per l’impiego e agenzie per il lavoro. Non dimenticate poi di dedicare almeno un paio di ore al giorno alla ricerca delle offerte di lavoro leggendo giornali del settore oppure facendo uno screening degli ultimi annunci pubblicati sul web.

Non trascurate la rete di contatti: è proprio dalle relazioni - che vanno coltivate nel tempo - che possono nascere idee e opportunità.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.