Cerca

Alitalia, Leogrande: "Brucia 300 milioni all'anno"

ECONOMIA
Alitalia, Leogrande: Brucia 300 milioni all'anno

"Alitalia ha bruciato circa 300 milioni ogni anno in questo periodo di amministrazione, mancano i risultati dell'ultimo periodo e potrebbero anche non essere migliorativi". Così il commissario straordinario di Alitalia Giuseppe Leogrande, in audizione davanti alla commissione Trasporti alla Camera su Alitalia. Da mercoledì "Giancarlo Zeni sarà il nuovo direttore generale di Alitalia", spiegando che il nuovo dg lascerà l'incarico a Blu Panorama.


"Durante le vacanze ho studiato le carte, ma non ho ancora un'idea concreta della situazione" e "non ho slide da presentarvi con numeri prospettici, prima, perché dobbiamo attendere la stesura del nuovo piano industriale cui metteremo mano nelle prossime settimane e poi non ho il rendiconto dei commissari che mi hanno preceduto". "Alitalia è al secondo posto in Europa per puntualità dei suoi voli e al settimo posto al mondo". Inoltre in termini di sicurezza "ha ottenuto 7 stelle su sette a conferma dell'attenzione e della professionalità" della compagnia, fa notare il commissario straordinario Leogrande, aggiungendo che si tratta di "aspetti importanti e incoraggianti per lavorare in un'ottica di risanamento completo della compagnia".

"Il compenso per il direttore generale sarà identico a quello percepito in Blue Panorama a 250mila euro lordi annui". "All'interno dell'azienda ci sono professionalità che svolgono attività e che sono retribuiti anche di più", aggiunge Leogrande, osservando che il compenso del direttore generale "non mi pare una cosa clamorosa considerando che c'è una riduzione a livello commissariale".

"Lancio un appello a tutte le ragazze, i ragazzi, le donne, gli uomini, i rappresentanti sindacali, a tutti i dipendenti a mettercela tutta. E' un momento assolutamente importante e decisivo e dobbiamo remare tutti dalla stessa parte". "Questo commissario potrà inventarsi qualunque soluzione tecnico-giuridica per uscire in tempi brevi dall'amministrazione straordinaria perché è un limite agli investimenti" e "alle risorse umane", ma bisogna "andare avanti in clima di collaborazione piena, da parte mia c'è tutta la disponibilità e spero anche dall'altra parte".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.