Cerca

Fisco, novità 2 per mille

ECONOMIA
Fisco, novità 2 per mille

(Fotogramma)

Addio all'Udc e a Scelta civica; arrivano più Europa e l'Unione Sudamericana emigrati italiani. Nella lista del 2 per mille Irpef relativo all'anno d'imposta 2018 compaiono due nuove realtà rispetto all'anno precedente e, allo stesso tempo, scompaiono 7 partiti. E' quanto emerge dalle tabelle del Mef sugli anni d'imposta 2017 e 2018 (dichiarazioni 2018 e 2019) e messi a confronto dall'Adnkronos. Secondo gli ultimi dati disponibili i contribuenti che hanno pensato alla politica nell'ultima dichiarazioni dei redditi sono stati solo il 3,3% del totale (1,4 mln su 41,2 mln). L'anno precedente i contribuenti che hanno destinato una quota delle loro imposte erano 1,1 milioni pari al 2,6% del totale.


Tra i 22 partiti politici che hanno avuto accesso ai finanziamenti dei contribuenti si segnale il boom, in termini percentuali, della Federazione dei verdi, che registra un +169,7% arrivando a 695.697 euro. Mentre la nuova arrivata più Europa ha incassato ben 809.273 euro. Tra le vecchie glorie che perdono terreno ci sono Forza Italia che ha incassato 623.076 euro, in calo del 2,2% e Rifondazione comunista con 535.889 euro e un taglio del 2,1%.

Tra coloro che hanno potuto accedere al due per mille ci sono, poi, delle realtà di spiccata vocazione territoriale come il Partito autonomista Trentino Tirolese che ha incassato 32.217 euro (-5,6%), La Puglia in più con 74.831 euro (+24,2%), il Sudtiroler Volkspartei con 313.429 (+9,15%) e l'Unione per il Trentino con 47.895 euro (+25,6%).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.