Cerca

Nuovi Pos, sempre più opportunità per esercenti

ECONOMIA
Nuovi Pos, sempre più opportunità per esercenti

Il 2020 è l’anno dei pagamenti digitali, con tutta una serie di misure previste dalla Legge di Bilancio 2020 per incentivare i consumatori a pagare cashless e gli esercenti, i professionisti e piccoli artigiani di dotarsi di Pos per l’accettazione di pagamenti senza contanti.


Sin da gennaio 2020, i consumatori potranno portare in detrazione IRPEF al 19% solo le spese effettuate con strumenti tracciabili, come le carte di pagamento, per questo motivo sempre più clienti chiedono ai professionisti privati del settore sanitario, ai centri sportivi e agli altri operatori che offrono servizi oggetto di detrazione di poter pagare con il POS. Inoltre dal 1° Luglio i piccoli commercianti che utilizzano strumenti di pagamento elettronico potranno beneficiare di un credito d’imposta del 30% sulle commissioni bancarie per le transazioni.

Per i piccoli esercenti e i professionisti che vogliono dotarsi di uno strumento semplice e pratico per l’accettazione dei pagamenti digitali, Nexi ha lanciato l’offerta Welcome. Consigliato per ambulanti, professionisti come studi medici e artigiani come elettricisti e idraulici, senza canone POS mensile, permette di accettare tutte le principali tipologie di carte, compreso il Pagobancomat con una commissione unica per le carte europee e può essere usato anche in mobilità.

Inoltre, non è richiesta l’apertura di un conto corrente dedicato: l’esercente potrà usare il conto già aperto presso la sua banca. Ulteriori offerte interessanti che propongono device a supporto dei pagamenti digitali per i piccoli esercenti arrivano dall’estero come SumUp, che propone il POS in vendita e una commissione unica e myPOS, che lo offre anch’esso in vendita con una commissione unica collegato ad un conto corrente estero.

L’accettazione del circuito Pagobancomat e la manutenzione per tutta la durata del contrato e l’assistenza telefonica in Italia, però sono posti ad assicurarli.

Nexi Welcome ad esempio offre l’assistenza telefonica in Italia 24h, 7/7, non solo nei giorni lavorativi e ha anche la manutenzione inclusa con sostituzione gratuita del POS in caso di malfunzionamento per la durata del contratto, non solo per il primo anno.

Convenienza, facilità, trasparenza e un customer care efficace: avere un Pos non sarà più quindi un peso per gli esercenti.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.