Cerca

Coronavirus, cos'è Sure: il piano Ue da 100 miliardi

ECONOMIA
Coronavirus, cos'è Sure: il piano Ue da 100 miliardi

Foto Fotogramma

Un fondo per finanziare la cassa integrazione nei Paesi in difficoltà a causa dell'emergenza Coronavirus. La mossa dell'Unione Europea per contrastare la crisi economica innescata dalla pandemia ha il nome di Sure, un piano da 100 miliardi per lavoratori e imprese annunciato ieri dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen dopo un colloquio telefonico con il premier italiano Giuseppe Conte.


Una cassa integrazione europea, come qualcuno l’ha chiamata. Altri hanno battezzato l’iniziativa come lavoro ridotto, dal momento che Sure è un acronimo. Rassicurante, perché in inglese Sure vuol dire 'sicuro' mentre l’acronimo sta per 'State sUpported shoRt-timE work', vale a dire lavoro ridotto supportato dallo Stato. Meno giorni o ore di lavoro in questa situazione di emergenza, si legge su Money.it, al fine di salvaguardare il posto dei dipendenti ed evitare così i licenziamenti. All’estero è una misura che si sta già adottando.

Von der Leyen ha detto in un videomessaggio che Sure, uno strumento non pensato ovviamente solo per l’Italia, farà si che "più persone manterranno il loro posto di lavoro durante la crisi provocata dal coronavirus e ritorneranno al lavoro a tempo pieno quando finirà, quando la domanda tornerà a salire e gli ordini ritorneranno". E ha aggiunto: "Abbiamo imparato la lezione della crisi finanziaria quando gli Stati che avevano strumenti simili sono stati capaci di ripartire più rapidamente, dato che le aziende non avevano dovuto licenziare dipendenti, mantenendo quindi intatto il loro potenziale produttivo. È cruciale far ripartire il motore dell’economia senza ritardo quando la crisi sarà finita. Le aree di Milano e di Madrid fanno parte della spina dorsale dell’economia europea".

La presidente von der Leyen ha concluso con delle parole che sanno di speranza per l’Italia, ma anche per il futuro stesso dell’Unione: "Sure aiuterà i Paesi più colpiti ed è garantito da tutti gli Stati membri: questa è la solidarietà europea in atto. È per l’Italia, per la Spagna, per gli altri Paesi e per il futuro dell’Europa". Ad annunciare il progetto Sure nel piano dell’Europa, il lavoro ridotto per l’Italia, è stato lo stesso presidente Conte in un messaggio su Facebook al termine del colloquio telefonico con la von der Leyen.

Ha scritto nello specifico delle due misure di cui ha discusso con la presidente von der Leyen auspicando tuttavia una più ampia strategia europea, un European Recovery and Reinvestment Plan. Il primo strumento da 100 miliardi dovrà proprio essere Sure e il lavoro ridotto per salvare l’occupazione.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.