Cerca

Coronavirus, Patuanelli: "Chiederemo a assicurazioni sforzo per ricalibrare premi"

ECONOMIA
Coronavirus, Patuanelli: Chiederemo a assicurazioni sforzo per ricalibrare premi

(Foto Fotogramma)

"Andrà valutata in modo attento la sinistrosità di quest'anno che sarà certamente inferiore a quella degli anni passati ed è chiaro che chiederemo alle assicurazioni uno sforzo per ricalibrare i premi assicurativi". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli a "Sono le Venti", su la Nove, rispondendo alla domanda di un ascoltatore sul pagamento della rc auto.


Quanto al rischio di scalate alle nostre grandi imprese "c'è, anche perché la loro capitalizzazione, anche delle imprese a partecipazione statale, è bassa: il governo sta valutando tutte le misure necessarie", ha sottolineato il ministro indicando tra i possibili strumenti il golden power "che può essere rafforzato anche per questi casi".

Nel prossimo decreto del governo poi "dovrà esserci questa misura" che garantisce liquidità alle imprese tramite il Fondo centrale di garanzia per le pm". "Stiamo affrontando il tema della liquidità delle imprese: dobbiamo garantire che dall'autonomo, alla partita Iva, all'artigiano, alle pmi quando ricominceranno, anche chi ha un bar quando aprirà la serranda, dovrà avere liquidità per ricominciare e allora dobbiamo mettere in campo un meccanismo che consenta di avere subito quella liquidità e di metterla in campo subito e di restituirla in un tempo molto lungo" ha spiegato il ministro.

"Il Fondo centrale di garanzia per le pmi è lo strumento che già oggi fa questo, non possiamo individuare nuovi strumenti perché significa implementarli e perdere mesi, quindi - ha proseguito - dobbiamo rafforzare quello strumento, renderlo più agile, ampliarne i limiti, metterci quest'anno 7 miliardi circa che ne genereranno quasi 100 miliardi di liquidità per le imprese. Dopo di che andrà affrontato anche il tema delle grandi" per cui andrà trovato uno strumento diverso.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.