Cerca

Bonus vacanze, ecco l'app da usare

ECONOMIA
Bonus vacanze, ecco l'app da usare

Un'app per usare il bonus vacanze. Per usufruire dello 'sconto' introdotto dal decreto Rilancio, è necessario un’applicazione che consentirà, al momento del pagamento nella struttura ricettiva, di effettuare i controlli necessari per sapere se il turista ha diritto o meno all’agevolazione. Si tratta dell’app IO, disponibile sugli store di Apple e Google, come evidenzia laleggepertutti.it.


Come ha stabilito il provvedimento firmato dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, per l’erogazione del bonus sarà necessaria anche una verifica da parte dell’esercente al momento del pagamento. L’albergatore dovrà collegarsi all’area riservata del sito delle Entrate, inserire il Qr-Code contenuto nell’applicazione e attendere il via libera con lo sconto da applicare. In caso di esito positivo, l’esercente potrà utilizzare il credito d’imposta dal giorno successivo.

Una volta scaricata l’app IO, occorre accedere con lo Spid (il sistema di identità digitale) oppure con la carta d’identità elettronica (al momento solo su Android, dal 1° luglio anche sui dispositivi iOS). Dopo la prima registrazione, l’utente potrà accedere più facilmente digitando il Pin da lui scelto o tramite riconoscimento biometrico (impronta digitale o riconoscimento del volto).

Una volta entrati nell’app (creata anche per altre agevolazioni fiscali), sarà possibile scegliere il bonus vacanze nella sezione Pagamenti. A questo punto, verrà generato un codice Qr che identifica il bonus attribuito ad un nucleo familiare. Sarà quello il codice da mostrare all’albergatore per poter usufruire dello sconto al momento del pagamento.

Inoltre, attraverso la funzione Condividi presente nella schermata di riepilogo del bonus, l’applicazione crea una copia del codice univoco e del relativo QR-code che il richiedente può inoltrare (come una semplice immagine) ai componenti del nucleo familiare che non hanno accesso all’app.

Va ricordato che il bonus vacanze (dell’importo massimo di 500 euro per i nuclei familiari di 3 o più persone) è riservato a chi ha un’Isee non superiore ai 40mila euro. Circostanza che verrà verificata, appunto, dall’esercente tramite l’invio del Qr-Code all’Agenzia delle Entrate. Il periodo di fruizione del bonus è dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. L’80% sarà utilizzato come sconto sul corrispettivo mentre il 20% in forma di detrazione fiscale che sarà presente nel modello 730 precompilato dell’intestatario della fattura o scontrino o ricevuta fiscale emessa dalla struttura. Il bonus, ricorda l’Agenzia, può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, speso in una unica soluzione nella struttura.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.