Cerca

Inps, crollo assunzioni ad aprile: -83%

ECONOMIA
Inps, crollo assunzioni ad aprile: -83%

(Fotogramma)

Nei primi 4 mesi del 2020 crollo delle assunzioni da parte di datori di lavoro privati scese a 1.493.000 con un calo rispetto allo stesso periodo del 2019 del 39% che ad aprile ha toccato un record di -83%, peggiore persino del mese di marzo (-45%). Lo comunica l'Inps nel suo Osservatorio in cui si segnala come il trend sia legato all’emergenza legata alla pandemia Covid-19 e le conseguenti restrizioni (obbligo di chiusura delle attività non essenziali) nonché alla più generale caduta della produzione e dei consumi.


Se "tutte le tipologie contrattuali sono state interessate" il calo è stato più forte per le assunzioni con contratti di lavoro a termine (stagionali, intermittenti, somministrati, a tempo determinato). Le trasformazioni da tempo determinato nel periodo gennaio-aprile 2020 sono risultate 199.000, anch’esse in flessione rispetto allo stesso periodo del 2019 (-29%; -48% per il mese di aprile), quando tuttavia - spiega l'Inps - "il loro volume era risultato eccezionalmente elevato anche per effetto dell’impatto delle modifiche normative dovute al “decreto dignità”" .

Le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo risultano - secondo i dati Imps - per il complesso del quadrimestre ancora in crescita (+16%) ma nel mese di aprile la variazione rispetto al corrispondente mese del 2019 è risultata nulla.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.