Cerca

Recovery, Gualtieri: "Da Salvini e Meloni assurdità, vogliono tasso più alto"

ECONOMIA
Recovery, Gualtieri: Da Salvini e Meloni assurdità, vogliono tasso più alto

Roberto Gualtieri (Fotogramma)

''Salvini e Meloni dicono delle cose incredibili. Trovo vergognoso che, dopo aver sottovalutato il virus, dato cattivi esempi e aver dato delle prove non brillantissime, adesso ci vengono a dire una cosa assurda come 'preferisco pagare un tasso più alto e quindi di più e avere meno soldi, piuttosto che averne di più'". Lo sottolinea il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, in un'intervista ad Ominibus su La7 rispondendo ai leader dell'opposizione contrari all'utilizzo della quota prestiti italiana del Recovery Fund.


''I candidati più seri - ha detto ancora il ministro - stanno discutendo ed elaborando progetti per rendere le Regioni protagoniste per questa grande opportunità di rilancio del Paese. Ne ho parlato con i candidati da Giani, Emiliano, De Luca. E' bene che anche nelle Regioni ci siano dei presidenti seri e responsabili che guardano all'Europa e che siano anche una garanzia che le risorse del Recovery Fund siano utilizzate presto e bene''.

''Dall'altra parte, invece, un certo grado di imbarazzo - continua Gualtieri - perchè effettivamente Salvini e la Meloni, dopo aver fatto una campagna durissima dicendo che il futuro dell'Italia era allontanarsi dall'Europa, adesso non hanno molti argomenti per giustificare la loro posizione''.

''Come è noto l'Italia finanzia molto delle sue spese e ha un debito pubblico molto alto e quindi emette titoli e paga fortunatamente e questa è una cosa positiva, grazie all'Europa che ci è stata vicina e alla solidità dei fondamentali di finanza pubblica -aggiunge Gualtieri-. Nonostante l'extra debito che abbiamo dovuto emettere di 100 miliardi di interventi necessari, il nostro spread è rimasto basso''.

''In questo Paese - ha proseguito il ministro - nei momenti più difficili c'è una concentrazione collettiva che può stupire. Faccio degli esempi, come il Ponte di Genova, che dopo la tragedia si è riusciti a ricostruirlo in tempi brevissimi, o l'Expo di Milano dove sembrava che non ce l'avremmo fatta. Ora tutti si devono sentire responsabilizzati perchè queste risorse del Recovery Fund sono una grande opportunità di crescita per il Paese. Io ho fiducia nell'Italia, ce la possiamo fare''.

"Le risorse arriveranno nella misura in cui verranno spese bene - ha aggiunto Gualtieri -, il meccanismo è semplice: si presentano dei progetti di riforme e investimenti sarà approvato e poi l'erogazione delle tranches avverrà su base semestrale, avverrà se e quando i progetti staranno rispettando la tabella di marcia''.

''I programmi vanno scelti bene perché sennò non arrivano i soldi - ha detto ancora il ministro -. E' un equilibrio difficile perché bisogna da una parte essere ambiziosi, non ci si può limitare a programmi di routine, noi vogliamo fare un salto per cambiare il volto del Paese e quindi osare. Ma i progetti devono anche essere concreti e realizzabili, dando la garanzia che possano essere portati a termine per ottenere le risorse del Recovery Fund''



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.