Cerca

Borsa Milano chiude in calo con europee, in verde Saipem

FINANZA
Borsa Milano chiude in calo con europee, in verde Saipem

La sede della Borsa di Milano (foto Adnkronos)

La Borsa di Milano chiude in calo una seduta volatile, perdendo terreno ma meno di tutte le altre piazze europee, dove i cali sono più pronunciati. Intanto Wall Street, che ieri aveva fallito il rimbalzo dopo il 'lunedì nero' provocato dal crollo delle Borse cinesi, prosegue in verde dopo un avvio di seduta in forte rialzo. Il Dow guadagna l'1,04% e il Nasdaq l'1,19% intorno alle 18.30 ora italiana.


Le piazze europee, che ieri avevano messo a segno forti guadagni rimbalzando dopo il rosso di lunedì, sono passate in verde sulla scia dei futures di Wall Street, che segnalavano un'apertura in forte rialzo dopo gli ordini di beni durevoli Usa di luglio, ampiamente migliori delle attese, ma sono tornate in rosso, con le prese di beneficio, quando i guadagni delle piazze Usa hanno iniziato a erodersi.

Resta la preoccupazione per l'economia cinese, dopo che il taglio dei tassi e dei coefficienti di riserva per le banche deciso dalla Pboc non è riuscito a risollevare i listini del Dragone.

Oggi inoltre Peter Praet, membro dell'esecutivo della Bce, ha segnalato che l'Eurotower è pronta ad ampliare il QE, se necessario. A Milano l'indice guida Ftse Mib ha chiuso a 21.473 punti (-0,81%), dopo aver guadagnato ieri il 5,86%; l'indice generale All Share è a 23.103 (-0,76%).

Scambi consistenti, per 3,46 mld di controvalore, ma in calo da 4,9 mld ieri e 5,85 mld lunedì. Su 336 titoli in negoziazione, 129 hanno chiuso in rialzo, 195 in calo e 12 invariati. Forti acquisti su Saipem sul Ftse Mib, indice guida della Borsa di Milano.

Perdono di più le altre Borse europee: a Lisbona Psi 20 -0,99% a 5.164 punti; a Madrid Ibex 9.984 (-1,29%); a Francoforte Dax 9.997 (-1,29%); a Burxelles Bel 20 -1,35% a 3.346; a Parigi Cac 4.501 (-1,4%); a Londra Ftse 5.979 punti (-1,68%); ad Amsterdam Aex 428,73 (-1,82%); a Zurigo Smi 8.548 (-2,4%).

L'euro al riferimento Bce cala da 1,1506 dollari ieri a 1,1402 dollari oggi.

L'oro a pronti al London Bullion Market cala da 1.134,4 dollari l'oncia al fixing di stamani a 1.120,75 dollari oggi pomeriggio.

Il contratto più scambiato sul Wti, il greggio americano di riferimento, con consegna a ottobre viene scambiato a 38,92 dollari al barile, in calo di 39 centesimi dalla chiusura precedente al Nymex.

In piazza Affari vendite su viaggi e tempo libero (-1,91%), oil and gas (-1,9%), assicurazioni (-1,58%).

Acquisti su risorse di base (+0,76%), materiali di basi (+0,71%), beni per la persona e la famiglia (+0,49%).

Sul Ftse Mib spicca il rialzo di Saipem, che chiude in verde del 4,86% a 7,625 euro, sotto il massimo intraday di 8,135, maglia rosa dell'intero listino.

A spingere le quotazioni della società di servizi all'industria petrolifera è l'acquisizione di Cameron da parte di Schlumberger, ultimo episodio del processo di consolidamento nel settore oil, innescato dai prezzi del greggio in caduta.

Continua a recuperare Luxottica, che guadagna l'1,69%. In calo Tod's (-2,61%), Finmeccanica (-2,61%) ed Eni, che perde il 2,39% sulla scia del prezzo del barile.

Sull'All Share in deciso calo Rcs Mediagroup (-5,65%), dopo la semestrale chiusa con perdite in aumento, maglia nera della Borsa di Milano.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.