Cerca

Borse europee chiudono positive, Piazza Affari lima i guadagni

FINANZA
Borse europee chiudono positive, Piazza Affari lima i guadagni

Fotogramma

I segnali distensivi rivolti a Bruxelles e ai mercati dal governo italiano, con l'ipotesi di una correzione sulla manovra economica, incoraggiano le Borse europee che terminano in progresso una seduta di contrattazioni all'insegna dei rialzi. Parigi e Londra chiudono con un incremento che sfiora il mezzo punto percentuale (+0,43% la prima, +0,48% l'altra); Bruxelles mette a segno il risultato migliore e avanza dell'1,16%, mentre Francoforte oggi è rimasta chiusa per le celebrazioni del Giorno dell'Unità tedesca.


Piazza Affari tenta il rimbalzo dopo la difficile giornata di ieri e avvia gli scambi in decisa crescita, raggiungendo un punto e mezzo percentuale di crescita. A sostenerla la contrazione dello spread, sceso a 284 punti base dal picco dei 300 registrato ieri. In chiusura, tuttavia, ripiega limando i guadagni: l'indice Ftse Mib termina gli scambi a quota +0,84%, mentre l'All Share chiude a quota +0,81%.

Sul principale listino milanese recuperano le banche: Banco Bpm è la migliore e guadagna il 2,13%, attestandosi a 2 euro per azione. Bene anche Unicredit (+0,72%), Intesa Sanpaolo (+0,55%) e Ubi (+0,31%). Resta invece in territorio negativo Bper, che cede l'1,30%.

Corre il titolo Recordati, maglia rosa, oltre i tre punti e mezzo percentuali (+3,65% a 30,66 euro); brillano Azimut (+2,90%), Leonardo (+2,79%) e Cnh Industrial (+2,74%). Telecom guadagna lo 0,50%.

Terminano la seduta odierna in territorio negativo i titoli del lusso: Luxottica lascia sul parterre lo 0,91%, seguita da Moncler (-0,80%) e Ferrari (-0,08%). Unico in controtendenza Ferragamo, che guadagna lo 0,84%.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.