Home . Soldi . Finanza . Borsa Milano peggiore d'Europa (-1,33%), pesa il comparto auto

Borsa Milano peggiore d'Europa (-1,33%), pesa il comparto auto

Astaldi +2%, Carige +5,3%

FINANZA
Borsa Milano peggiore d'Europa (-1,33%), pesa il comparto auto

Chiusura negativa per le piazze finanziarie europee con Milano che registra la peggiore performance di giornata nel Vecchio Continente con lo spread tra Btp e Bund decennali tedeschi che, dopo avere aperto a 294 punti base, torna a correre per terminare a 309 bp con un rendimento del 3,55%. Con riguardo all'Italia e alla manovra, oggi il commissario Ue al Bilancio, Günther Oettinger, ha precisato via Twitter che "è mia opinione personale che, sulla base delle cifre, probabilmente dovremo chiedere all'Italia di correggere la bozza di bilancio".

In questo scenario, il Ftse Mib ha terminato la giornata con un calo dell'1,33% a 19.454 punti, mentre l'All Share ha segnato -1,26% a 21.447. Nel resto dell'Europa, Francoforte ha lasciato sul terreno lo 0,52%; Parigi ha registrato -0,54%, Londra -0,07%. Negativa anche Bruxelles (-0,11%), mentre Amsterdam ha terminato con un progresso dello 0,27%. Non ha aiutato i listini europei l'andamento di Wall Street che, contrastata in avvio, viaggia alle 18 ora italiana con i gli indici in calo (Dj -0,19%; S&P 500 -0,06%; Nasdaq -0,23%).

Tra i dati macroeconomici rilasciati in giornata, l'inflazione in Gran Bretagna è risultata in rialzo dello 0,1%, sotto le attese degli analisti che si aspettavano per il mese di settembre un incremento dello 0,2% dopo un +0,7% di agosto. Nell'eurozona, a livello mensile, l'inflazione ha registrato un +0,5%, come da attese (+0,2% ad agosto). A livello annualizzato si tratta di un incremento del 2,1% invariato rispetto ad agosto.

Il dato più importante è giunto dagli Stati Uniti con le scorte di greggio che sono aumentate di 6,49 milioni di barili, contro un'attesa di soli 1,6 mln (+5,98 mln nella precedente rilevazione). A zavorrare il listino milanese i titoli del comparto auto, complice anche la riduzione delle immatricolazioni in Europa a settembre: Fca ha perso il 4,19%, Cnh -4,1%, Ferrari -3,36%. La cassaforte della famiglia Agnelli, Exor, ha ceduto il 3,6%. Giù anche Pirelli che ha perso il 3,23%. Positive le sole Campari (+1,61%), Brembo (+1,07%), Stm (+0,81%), Moncler (+0,48%). Tra i bancari in verde Unicredit, Ubi e Bper.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.