Home . Soldi . Finanza . Borsa Milano in forte rialzo (+2,26%), tregua Usa-Cina spinge industriali

Borsa Milano in forte rialzo (+2,26%), tregua Usa-Cina spinge industriali

FINANZA
Borsa Milano in forte rialzo (+2,26%), tregua Usa-Cina spinge industriali

Chiusura in deciso rialzo per le piazze finanziarie europee che beneficiano della tregua nella guerra commerciale tra Usa e Cina siglata a Buenos Aires, in occasione del G20. Nel Vecchio Continente, Milano mette a segno la migliore performance con il Ftse Mib che cresce del 2,26% a 19.622 punti, mentre l'All Share avanza del 2,13% a 21.505. Francoforte guadagna l'1,85% a 11.465, Londra segna +1,18% a 7.062 e Parigi segna +1% a 5.053. In spolvero i titoli del comparto industriale con Cnh Industrial che guadagna il 6,4%, StM +6,02%, Prysmian +5,1%, Fca +3,73%.



Soldi anche sul settore petrolifero, complice il rally del greggio: Saipem +5,51%, Tenaris +3,44%, Eni +1,87%. In progresso anche le banche con Banco Bpm in rialzo del 6,29%, Bper +4,61%, Intesa Sanpaolo +3,15%. Oggi il consigliere delegato di Ca' de Sass ha reso noto che l'istituto ha ridotto di circa 11 miliardi di euro lo stock dei crediti deteriorati, "senza alcun onere per gli azionisti", così superando la metà dell’obiettivo di riduzione fissato dal Piano per fine 2021.

Tra i dati market mover di oggi l'indice Pmi manifatturiero francese che è salito a 50,8 punti a novembre da 50,7 e ha battuto le attese che stimavano un dato invariato. Sopra le stime anche l'indice dei direttori acquisti del settore manifatturiero tedesco (51,8 punti a novembre contro i 51,6 di ottobre, ma soprattutto oltre le attese di 51,6). Delude invece l'omologo italiano: 48,6 punti (da 49,2) sotto le attese. Bene anche l'indice inglese: 53,1 da 51,1 e migliore di un consensus che indicava 51,6. Da oltreoceano batte le attese l'importante indice Ism dei direttori acquisti nel manifatturiero che si attesta a 59,3 (era 57,7 ed era atteso addirittura un calo a 557,6).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.