Borsa in calo, Mps affonda dopo Bce

FINANZA
Borsa in calo, Mps affonda dopo Bce

Le Borse europee partono negative dopo la chiusura poco mossa di venerdì scorso. La Borsa di Milano cede lo 0,5% nei primi scambi, in linea con Londra (-0,5%), Francoforte (-0,6%) e Parigi (-0,66%).


Sul Ftse Mib sono negativi i bancari e Mps cede il 7% dopo aver ricevuto dalla Bce la bozza di decisione Srep che, pur riducendo i requisiti patrimoniali richiesti alla banca, ha evidenziato alcuni punti di "debolezza e attenzione", in particolare per quanto riguarda la "capacità di conseguire gli obiettivi del piano di ristrutturazione".

Banco Bpm segna -3,3%, Ubi banca -2%. Negative anche Saipem (-2,6%) e Moncler (-2,2%). E' ben comprato solo il titolo della Juve (+2,06%). Lo spread tra Btp e Bund tedeschi ha aperto in leggero calo a 265 punti.

L'incertezza dei listini asiatici si ripercuote dunque sulle piazze europee, dopo i dati sulla bilancia commerciale cinese. Nel 2018, il Dragone ha aumentato il surplus con gli Stati Uniti, registrando esportazioni in crescita di oltre l'11,3%: nell'anno, le esportazioni globali della Cina sono poi aumentate del 9,9 per cento e l'import del 15,8%. A dicembre, la frenata: le esportazioni sono calate a sorpresa del 4,4%, le importazioni del 7,6%.

La Borsa di Tokyo è chiusa per festività, Wall Street ha chiuso debole venerdì scorso, con il Dow a 23.995 punti (-0,02%) e il Nasdaq a 6.971 punti (-0,2%).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.