Cerca

Piazza Affari chiude positiva: Ftse Mib a +0,38%

FINANZA
Piazza Affari chiude positiva: Ftse Mib a +0,38%

Immagine

Chiusura appena sopra la parità per il listino di Piazza Affari. Il Ftse Mib termina la seduta a +0,38% in recupero nella seconda parte, dopo le incertezze della mattina. In particolare evidenza il comparto bancario, zavorrato nei primi scambi dall'inchiesta della Procura di Milano relativa la vendita di diamanti. Cinque gli istituti coinvolti: Unicredit (+0,12%), Intesa Sanpaolo (+0,05%), Mps (-0,08%), Banca Aletti e Banco Bpm (-1,26%). Quest'ultima ha emesso una nota per precisare che nel bilancio 2018 sono stati realizzati "adeguati accantonamenti" necessari a presidiare "i rischi potenziali connessi alle vertenze e alle conseguenze di tale accadimento a tutela dei propri clienti, con i quali la Banca già da mesi ha in corso la definizione di numerosi casi molti dei quali già risolti".


I progressi sull'asse Washington-Pechino hanno spinto il comparto automotive, con il +1,94% di FCA, il +5,05% di Brembo e il +3,84% di Pirelli. Segna un +1,34% Leonardo, che ha firmato un memorandum d'intesa con Abu Dhabi Ship Building per creare un combat-management system per la marina militare degli Emirati Arabi. Ancora acquisti per Telecom Italia (+0,3%), la Cassa Depositi e Prestiti ha superato il 5%, e per le azioni Juventus (+2,77%), alle prese questa sera con la difficile trasferta di Champions League in casa dell'Atletico Madrid.

Sul mercato del debito il rendimento del decennale italiano è salito al 2,8610% spingendo lo spread con i titoli tedeschi a 275,7 punti base, +2,87% sul dato precedente. Ancora denaro sul derivato sul Brent che, a 66,95 dollari il barile (+0,75%), aggiorna i massimi dal 20 novembre. Eurodollaro in rialzo a 1,1360 (+0,18%) in attesa della pubblicazione, alle 20 italiane, dei verbali dell'ultima riunione del Fomc, il braccio operativo della Federal Reserve (in collaborazione con Money.it).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.