Cerca

Borse deboli, tonfo della Juve dopo la sconfitta in Champions

FINANZA
Borse deboli, tonfo della Juve dopo la sconfitta in Champions

Prosegue la fase di cauto ottimismo sui listini europei in attesa dell'esito dei colloqui tra Cina e Stati Uniti sul dossier dazi e dopo i verbali della Fed, che mostrano divisioni tra i governatori sulle strategie da intraprendere sul fronte della politica monetaria e dei rialzi dei tassi di interesse. Ieri, la Borsa di Wall Street ha chiuso in modesto rialzo, con il Dow a 25.954 punti (+0,24%) e il Nasdaq piatto a 7.489 punti (+0,03%). Le asiatiche sono per lo più positive: la Borsa di Tokyo archivia le contrattazioni in progresso dello 0,15% a 21.464 punti.


In questo scenario, le Borse europee aprono per lo più in territorio positivo tranne Londra, che parte in calo dello 0,3%. La Borsa di Milano segna un modesto +0,15%, Madrid +0,3%, Francoforte +0,4% e Parigi +0,03%.

Sul paniere principale di Piazza Affari è pesante la Juventus dopo la sconfitta di ieri in Champions League contro l'Atletico Madrid: i bianconeri hanno perso 2-0 all'andata degli ottavi di finale e il titolo cede il 10,9%. In deciso calo anche Prysmian (-8,4%) e Tenaris (-2,3%) dopo i conti dell'esercizio e del quarto trimestre. Acquisti invece su Amplifon, Bper e Moncler.

Sul fronte europeo, sono in arrivo i dati macro sull'inflazione e i flash di Markit sull'andamento del manifatturiero. Nel pomeriggio, i verbali dell'ultima riunione della Bce. L'Euro è in leggero calo sul biglietto verde e si muove intorno a 1,133 dollari.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.