Cerca

Piazza Affari chiude sulla parità, acquisti su Telecom

FINANZA
Piazza Affari chiude sulla parità, acquisti su Telecom

Chiusura di poco sopra la parità per l’azionario europeo dopo le indicazioni contrastanti arrivate da Pechino, dove il premier cinese Li Keqiang ha detto che per il 2019 si aspetta una crescita del 6-6,5%, e in attesa di novità dalle trattative tra Stati Uniti e Cina in tema di guerra commerciale e dell’importante meeting della Banca Centrale Europea in calendario giovedì.


A Milano, dove il Ftse Mib ha terminato piatto a 20.715,97 punti (-0,01%), le performance peggiori sono state registrate da Amplifon (-2,83%), Moncler (-2,56%) e Campari (-6,56%). La prima ha pagato pegno agli acquisti della vigilia e a conti in linea con le stime, Moncler è stata penalizzata dalla bocciatura annunciata da Berenberg e le vendite su Campari (che, va detto, nell’ultimo anno ha guadagnato circa il 47%) sono state innescate da conti 2018 di poco sotto le stime.

Debole il comparto bancario con il -0,39% di UniCredit, il -0,18% di Intesa Sanpaolo e il -1,49% di Banco BPM. Denaro invece sui titoli del risparmio gestito (+2,56% per Azimut, +0,54% di Banca Generali).

Giornata all’insegna degli acquisti per il titolo Telecom Italia (+2,96%): secondo quanto riportato nell’edizione odierna de La Stampa, nell’assemblea del 29 marzo la Cassa depositi e prestiti dovrebbe appoggiare il piano industriale dell'Ad Luigi Gubitosi (a fianco di Elliott).

Nel comparto automotive +0,83% di FCA nel giorno dei rumor relativi una possibile alleanza con PSA. “Nonostante abbiamo davanti un forte futuro da indipendenti, siamo attenti alle opportunità", ha commentato Mike Manley, Chief executve della casa automobilistica. Per quanto riguarda le indiscrezioni sulla possibile vendita di Maserati alla cinese Geely, Manley è stato categorico: “Maserati è uno dei nostri meravigliosi marchi e ha un futuro incredibilmente luminoso...no”. Per quanto riguarda l’elettrico, “abbiamo un piano chiaro, dobbiamo elettrificare la maggior parte delle nostre linee e gli investimenti annunciati servono a farlo". Il piano di investimenti di FCA per l’Italia prevede risorse per 5 miliardi di euro. -1,44% per Brembo dopo il taglio di target price di Kepler e la bocciatura di Equita.

A livello di dati macro indicazioni migliori delle stime dagli indici PMI europei e revisione al rialzo, dal -0,2 al -0,1%, del dato relativo la crescita congiunturale italiana del quarto trimestre 2018. Il differenziale Italia-Germania scende a 254 punti base (-1,25%) mentre l’eurodollaro quota in calo dello 0,35% a 1,1299. (in collaborazione con Money.it)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.