Banca Mediolanum: consumatori premiano dichiarazione non finanziaria

FINANZA
Banca Mediolanum: consumatori premiano dichiarazione non finanziaria

Banca Mediolanum annuncia che il proprio bilancio di sostenibilità, incluso nella Dichiarazione Non Finanziaria (DNF) e giunto alla 13° edizione, è stato scelto dal Centro Studi Consumerlab e inserito nel riconoscimento Future Respect Index 2018, tra i 40 Bilanci di Sostenibilità segnalati dai consumatori come più chiari ed efficaci e che rappresentano una gestione d’impresa rispettosa del futuro in quanto sensibile al bene comune, attenta all’interesse generale e rivolta alla coesione sociale.


L’indagine del Centro Studi Consumerlab, che vede tra i promotori Codacons e Comitas, ha riguardato 537 Bilanci di sostenibilità, e solo 40 sono state le aziende selezionate per il riconoscimento, considerate un esempio per tutti di come i consumatori vorrebbero accedere alle informazioni per valutare quanto un’attività produttiva sia meritevole di preferenza.

“I consumatori osservano con sempre maggiore attenzione il comportamento delle imprese per trarre elementi sempre più determinanti per le loro scelte di vita – ha dichiarato Oscar di Montigny, Chief Innovation, Sustainability and Value Strategy Officier di Banca Mediolanum – è compito di un’azienda saperlo trasferire con coerenza e trasparenza, riuscire a farlo ottenendone un riconoscimento dai consumatori è un merito a cui tutti dovremmo tendere”.

L'impegno di Banca Mediolanum rendicontato nel bilancio di sostenibilità evidenzia alcune tematiche "material" considerate rilevanti per l’azienda e per i propri stakeholder, collegate a 8 su 17 sustainable development goals (SDG), verso i quali si sono impegnati, nel 2015, 193 Paesi aderenti all'ONU: No Poverty (Goal 1) attraverso l’inclusione finanziaria; Good health and well being (Goal 3) attraverso la tutela del capitale umano; Quality education (Goal 4) attraverso attività di supporto alla comunità; Affordable and clean energy (Goal 7) attraverso l’autoproduzione di energia;

Decent work and economic grouth (Goal 8) attraverso attività di finanza responsabile e investimenti SRI; Industry, Innovation and infrastructure (Goal 9) attraverso pratiche di innovazione di business, finanza responsabile e investimenti SRI; Responsible consuption and production (Goal 12) attraverso l’acquisto e il consumo di prodotti sostenibili. Peace and Justice (Goal 16) attraverso la Corporate Governance, l’identità aziendale e il business responsabile.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.