Cerca

Bacardi, continua guerra su eredità

FINANZA
Bacardi, continua guerra su eredità

(Fotogramma)

Continuano le azioni legali degli eredi Bacardi. Monika Bacardi, vedova del defunto Don Luis Bacardi, ha depositato lo scorso 13 agosto domanda di reintestazione a nome dei legittimi titolari dei diritti di fondazione e delle azioni di Rantex Anstalt e Arateo Anstalt, le due società che formalmente detengono le azioni Bacardi, insieme ai portafogli e ai conti bancari intestati al Trust Bastille. Come legittimi titolari dei beni sono indicati gli esecutori testamentari di Don Luis Bacardi e il Will Trust, costituito per sua ultima volontà.


La richiesta, fatta con l'assistenza dello studio legale Lextray, arriva sulla scorta dell'"Atto di riconoscimento di altri beni nella disponibilità degli esecutori testamentari del defunto Lord Luis Bacardi e del Will Trust costituito per sua ultima volontà" che è stato stipulato il 6 agosto di fronte a un notaio del Principato di Monaco e a un notaio lussemburghese, "alla luce della evidente e incontestabile nullità ed inesistenza del Trust Bastille", spiega una nota.

"La mia richiesta giunge dopo 18 anni di azioni illegittime ed illegali da parte del Trust Bastille, che è stato costituito ed ha agito ripetutamente contro la volontà del mio defunto marito Don Luis Bacardi, appropriandosi indebitamente di questi asset e operando impunemente grazie al sistema che ruota intorno al Principato del Liechtenstein", spiega ancora Monika Bacardi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.