Cerca

Ftse Mib in perfetta parità, spread in aumento

FINANZA
Ftse Mib in perfetta parità, spread in aumento

(Fotogramma)

Chiusura in sostanziale parità per le borse europee all’indomani del meeting della Banca Centrale Europea e nonostante gli acquisti sui listini a stelle e strisce. A Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana il Ftse Mib si è confermato a 19.820,75 punti (0%) mentre lo spread Italia-Germania ha evidenziato un rialzo dell’1,3% a 147 punti base.


A Piazza Affari Amplifon ha registrato un rialzo del +2,68%, Recordati ha fatto segnare un +0,52% e Diasorin un +2,65%. A spingere quest’ultimo titolo sono state le indiscrezioni sul nuovo piano sanitario dell’esecutivo, che prevede un incremento dei test, l’utilizzo dei test rapidi e l’acquisto di nuove macchine per i “pooling test” (nei quali vengono analizzati diversi campioni contemporaneamente).

Denaro anche su STMicroelectronics (+0,75%), favorita dal ritorno degli acquisti sul Nasdaq. Due velocità invece per Snam Rete Gas (+1,91%) e Saipem (-2,58%), che hanno firmato un accordo per nuove tecnologie nell’ambito della transizione energetica.

Contrazione dell’1,22% per Intesa Sanpaolo che, secondo i ben informati, sarebbe entrata nel consorzio formato da Euronext e da Cassa depositi e prestiti per avanzare un’offerta congiunta per Borsa Italiana.

Tra i titoli del comparto industriale segnaliamo il –1,83%di Leonardo, il -0,49% di Pirelli e il -0,57% di CNH Industrial. +0,28% di Fiat Chrysler su cui Bernstein ha riavviato la copertura con valutazione “underperform” e prezzo obiettivo fissato a 8 euro. (In collaborazione con money.it)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.