Cerca
Home . Soldi . .

Inps: Bilancio sociale 2013, in calo pensioni previdenziali liquidate

Nel numero, nel valore medio mensile e nell'importo complessivamente erogato

Inps: Bilancio sociale 2013, in calo pensioni previdenziali liquidate

Le nuove pensioni previdenziali liquidate nel 2013 ammontano a 596.675 con un decremento rispetto all'anno precedente, sia nel numero, sia nel valore medio mensile, sia nell'importo complessivamente erogato. E' quanto si legge nel Bilancio sociale 2013 dell'Inps, presentato oggi a Roma. In particolare, scende del 5,3% il totale dei nuovi assegni e del 12,7% la spesa complessiva annua, mentre l'importo medio lordo mensile delle prestazioni ivs (invalidità, vecchiaia, superstiti) diminuisce del 7,9%.


Con riferimento alle nuove pensioni di anzianità-anticipata erogate nel corso del 2013 (141.576) si rileva un decremento del 18% circa rispetto al 2012, che si accompagna a una diminuzione del 20,7% della spesa annua, mentre il valore mensile lordo dell'assegno si riduce del 3,3% (1.991 euro). Il decremento del numero delle prestazioni è stato più elevato tra i lavoratori pubblici (-44,1%) e i dipendenti privati (-20,2%), mentre per i lavoratori autonomi il numero delle nuove anzianità è cresciuto del 38%. Le nuove pensioni di vecchiaia (150.637) diminuiscono complessivamente del 3,4%, come anche la spesa annua (circa 1,5 miliardi) e il valore medio dell'assegno (784 euro lordi mensili).

Il numero delle nuove pensioni si è ridotto nel comparto pubblico del 43,7% e nel settore privato del 32,1%. Per le pensioni di anzianità, l'età media dei nuovi pensionati sale nel 2013 a 59,6 anni tra i dipendenti privati, a 60,7 tra i dipendenti pubblici e scende a 59,9 tra i lavoratori autonomi. Anche per le pensioni di vecchiaia si registra un aumento dell'età media rispetto al 2012, con valori pari a 64 anni nel settore privato, a 64,7 nel pubblico e a 64,6 per i lavoratori autonomi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.