Home . Soldi . . La start up, con negozio intelligente la spesa si fa al lavoro

La start up, con negozio intelligente la spesa si fa al lavoro

Da idea di Wib per Coop Qui possibilità offerta a dipendenti St di Catania

La start up, con negozio intelligente la spesa si fa al lavoro

Fare la spesa sul luogo di lavoro. Grazie al primo negozio intelligente, nato dall'idea di una start up siciliana. StMicroelectronics, leader mondiale nel settore dei semiconduttori con clienti che operano nei principali settori dell’elettronica, ha annunciato che i suoi dipendenti di Catania hanno la possibilità di acquistare sia sul sito sia online un’ampia gamma di prodotti per la famiglia e ritirarli prima di tornare a casa presso Coop Qui, il primo negozio al mondo completamente automatizzato implementato da Wib per Coop, il primo gruppo nella Grande distribuzione organizzata in Italia.

Lo store Coop Qui - sviluppato dalla startup siciliana Wib - integra i canali di vendita fisico e digitale. Il suo approccio, basato sulla connessione a Internet, consente ai consumatori di fare acquisti non solo direttamente sul posto, ma anche da remoto attraverso pc, tablet o smartphone, tramite un catalogo virtuale che offre alimentari, articoli per l’igiene personale e prodotti per la casa.

La tecnologia di prelievo multiplo brevettata da Wib permette di gestire in modo automatizzato un’intera lista della spesa con ritiro in un'unica soluzione di svariati articoli, indipendentemente dalla loro forma, peso e fragilità.

Coop Qui è progettata proprio per rispondere alle esigenze dei dipendenti di St Catania, offrendo un’ampia scelta tra alimenti freschi e prodotti di alta qualità tutti i giorni, e consentendo loro di fare acquisti e ritirarli alla fine del turno di lavoro, in qualsiasi momento 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, direttamente dallo store automatizzato di Wib situato all’interno del loro parcheggio aziendale.

“Abbiamo sposato con convinzione l’iniziativa di Wib, giovane start-up che partendo dalla Sicilia - evidenzia Lucio Rossetto, amministratore delegato di Coop Sicilia - è riuscita a ricevere riconoscimenti in tutto il mondo. Un’impresa che testimonia che le competenze e la creatività che animano questa terra si possono esprimere anche in un settore di grande innovazione. Coop vuole con questa iniziativa contribuire in modo concreto alla crescita imprenditoriale del territorio siciliano e offrire a un’impresa straordinaria l’esperienza e il nome della più grande azienda di distribuzione nazionale".

"Siamo grati a StMicroelectronics, eccellenza tecnologica catanese, per aver dato spazio per prima a questo progetto sperimentale. Coop spera che questo modello incontri il favore dei consumatori e che possa essere replicato in diverse sedi della città di Catania, in Italia e in tutto il mondo”, sottolinea.

Wib è nata nel 2013 da un progetto del suo fondatore e amministratore delegato, Nino Lo Iacono. Dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria meccatronica al Politecnico di Torino e aver trascorso un paio di anni al Centro ricerche della Fiat, Lo Iacono ha deciso di avviare la sua impresa in Sicilia, la regione in cui è cresciuto e dove ha trovato il primo supporto in seno al centro Arca, l’incubatore di imprese dell’Università di Palermo.

Le Wib Machines rappresentano la soluzione ottimale per allestire un vero e proprio negozio, con investimenti limitati e bassi costi di gestione, come assicura Nino Lo Iacono.

“Siamo orgogliosi di avere raggiunto il mercato - afferma - con una soluzione di alta tecnologia molto innovativa e di avere tagliato tale traguardo insieme a due realtà di eccellenza come Coop e StMicroelectronics, che hanno visto in Wib un modo per aiutare i propri dipendenti e la comunità in cui operano. Il feedback arrivato dai dipendenti St ci ha già fornito suggerimenti per migliorare la qualità del servizio”.

“St ha accolto con favore l’invito di Wib e Coop - dice Francesco Caizzone, direttore del sito St di Catania - perché offre dei vantaggi ai propri dipendenti attraverso un negozio automatizzato direttamente sul luogo di lavoro e accessibile alla fine dei turni di lavoro. I nostri 4.000 dipendenti di Catania (il 27% dei quali lavora in ricerca e sviluppo), con un elevato livello di istruzione e un’età media intorno ai 40 anni, molti dei quali vivono in un nucleo familiare, impegnati in turni su 24 ore, rappresentano un campione di popolazione particolarmente adatto a fruire dei vantaggi che Coop e Wib hanno introdotto”.

“Altro motivo che ha spinto St ad aderire all’invito - aggiunge - è la volontà di contribuire al successo delle imprese locali, attraverso attività di coaching o promozione di iniziative imprenditoriali brillanti, e Wib sta facendo leva sulla tecnologia più avanzata per migliorare la vita dei dipendenti”.

Dopo un’iniziale fase di sperimentazione commerciale, Coop valuterà la possibilità di collocare altre Wib Machines a marchio Coop Qui in altri siti St in Italia e presso altre importanti aziende.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.