Home . Soldi . .

Dal Marocco all'Alto Adige in tirocinio

Progetto di scambio interculturale per giovani

Dal Marocco all'Alto Adige in tirocinio

Dal Marocco all'Alto Adige per svolgere un tirocinio, ma soprattutto per una vera esperienza interculturale giovanile. E' l'opportunità che ha avuto Oussama Zalghi, operatore giovanile di Rabat, che ha compiuto un tirocinio di due mesi presso varie istituzioni per i giovani in Alto Adige, tra il 2 marzo e il 6 maggio di quest'anno, su iniziativa di Abdel El Abchi, funzionario dell'Ufficio Servizio giovani di lingua tedesca e ladina, e l'Ostello per la gioventù 'Kassianeum' di Bressanone. Ha raccolto così esperienze e informazioni che avranno un ritorno positivo sull'iniziativa di scambio culturale 'HalloCiaoMaroc', organizzata dall'Ufficio Servizio giovani di lingua tedesca e ladina con l'associazione Bassma in Marocco.


Fra le strutture interessate dal tirocinio, 'N.e.t.z.', la rete dei centri giovanili, nonché i centri giovanili 'Papperlapapp' di Bolzano, 'Jungle' di Merano, Ufo' di Brunico e 'Kass' di Bressanone, oltre che presso il Vke e il Forum Prevenzione di Bolzano. Si tratta di un progetto pilota che per la prima volta si è svolto in questi termini con successo. Zalghi, durante i due mesi di tirocinio in Alto Adige, ha potuto quindi raccogliere esperienze e informazioni che saranno utili per l'associazione 'Bassma' in Marocco, della quale l'operarore giovanile è membro.

Da sei anni, grazie a questa iniziativa, giovani altoatesini vengono ospitati presso le famiglie di coetanei marocchini con i quali hanno occasione di condividere la vita di tutti i giorni andando a conoscere abitudini e tradizioni. Altro aspetto di rilievo, durante il soggiorno altoatesino l'operatore giovanile marocchino ha potuto rendersi conto di persona della situazione di crisi economica e delle attuali scarse possibilità d'inserimento e di come sia opportuno trovare soluzione ai problemi dei giovani marocchini in Marocco.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.