cerca CERCA
Sabato 06 Marzo 2021
Aggiornato: 02:14
Temi caldi

Sondaggi politici

Sondaggio, centrodestra avanti con o senza lista Conte

21 gennaio 2021 | 17.59
LETTURA: 2 minuti

Lega primo partito, Italia Viva sotto al 3% dopo lo strappo che ha portato alla crisi di governo

alternate text
Foto Fotogramma
(Adnkronos)

Tre ipotesi sul tavolo e in tutti e tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di voto: la situazione attuale, il partito del premier Giuseppe Conte in campo e Conte leader del partito dei 5 Stelle.

Leggi anche

Nelle tre ipotesi il centrodestra distacca l’area di governo: 49% contro 36,5% nella situazione attuale; 46,9% contro 38,4% con il partito di Conte e 48,7% contro 39,6% con Conte alla guida dei 5 Stelle.

Anche i partiti avrebbero un effetto nelle percentuali a seconda dei tre scenari. Il Pd e i 5 Stelle, su tutti. Nel caso di una lista Conte, i dem dal 19,5% attuale scenderebbe al 10,6%, superati da Fdi. Mentre per i 5 Stelle: con un lista Conte scenderebbero al 10,4% (dall'attuale 14,6) mentre con il premier alla guida del Movimento salirebbero al 20,2%.

La Lega di Salvini, nel sondaggio della Ghisleri, rimane il primo partito (24,8% nella situazione attuale, 23,4% con Conte alla guida di una sua formazione politica e 24,5% con Conte leader M5S). Il Pd resta secondo partito italiano nella situazione attuale (19,5%) scende a terza formazione politica con il 10,6% nella seconda ipotesi con Conte capo di un suo partito ed è superato da Fdi che rimane stabile al 15,5% nelle tre ipotesi. Il Pd perderebbe di meno nel caso in cui i 5 Stelle fossero guidati da Conte e si attesterebbe al 16,3% tornando seconda forza politica italiana.

Il M5S, secondo il campione di Euromedia, avrebbe il 14,6% nel panorama attuale, scenderebbe al 10,4% con Conte alla guida di un suo partito che otterrebbe il 10,4% e salirebbe al 20,2% se l’attuale premier guidasse il Movimento voluto da Grillo. Forza Italia oscilla tra l’8 e il 7,3%. Italia Viva di Renzi, dopo lo strappo, avrebbe tra il 2,5 e il 2,8% sotto Azione di Carlo Calenda che otterrebbe tra il 3,7 e il 3,5%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza