Cerca

Referendum, sempre più artisti e intellettuali per il Sì

APPUNTAMENTI
Referendum, sempre più artisti e intellettuali per il Sì

Isabella Ragonese

"Affollare di Sì le urne del 17 aprile, per non svendere il mare nostro e per conservare il reddito della bellezza". È così che lo scrittore Erri De Luca esorta, nel suo video sul web i cittadini italiani ad andare a votare al referendum per fermare le trivelle e difendere l'"oro vero" d’Italia. E come lui sono sempre di più gli esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo che hanno dichiarato di non volersi astenere e di andare a votare Sì il 17 aprile. A diffondere l'elenco è il Comitato nazionale 'Vota Si per fermare le trivelle'.


Da Dario Fo a Nino Frassica passando per Andrea Camilleri, Jovanotti, Claudio Santamaria, Isabella Ragonese, Vinicio Capossela, Adriano Celentano , Dacia Maraini, Carmen Consoli e tanti tanti altri hanno deciso di usare la propria popolarità per accendere i riflettori sulla consultazione di domenica prossima invitando a non disertare le urne e votare per lo stop al rinnovo delle concessioni per le piattaforme di estrazione di gas e petrolio entro le 12 miglia dalla costa.

Tra i cantanti si è alzata ad esempio la voce di Piero Pelù che spera nel successo del Sì sostendendo che segnerebbe l’inizio di "una nuova era nella politica energetica italiana" basata sulle rinnovabili e sul rispetto dell'ambiente. Quello di domenica prossima è un appuntamento importante anche per Luca Zingaretti che ha prestato il suo volto per il video Wwf che sostiene le ragioni del Sì. L'attore lancia il suo appello affacciandosi sul Mediterraneo, un mare prezioso, ma anche chiuso, dove "uno sversamento comporterebbe danni irreparabili in tutte le sue coste". Zingaretti conclude: "Il mare è un bene comune, spetta a noi proteggerlo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.