Cerca

Dal Wwf una raccolta fondi per costruire 'Aule Natura'

BEST PRACTICES
Dal Wwf una raccolta fondi per costruire 'Aule Natura'

Da oggi è attiva la raccolta fondi straordinaria del Wwf Italia che attraverso il numero solidale 45585 sta raccogliendo risorse per costruire le prime Aule Natura distribuite su tutto il territorio nazionale.


La campagna sarà attiva per due settimane, dal 21 settembre fino al 4 ottobre data in cui è prevista l’iniziativa Urban Nature del Wwf Italia.

"Dobbiamo ripartire dalla scuola per investire sulla conversione ecologica del futuro: ecco perché abbiamo deciso di lanciare questo progetto in un momento di grande difficoltà per le istituzioni scolastiche strette nella morsa dell’emergenza sanitaria e la necessità di misure di sicurezza stringenti e l’inadeguatezza del patrimonio edilizio scolastico che oggi ha mostra tutti i propri limiti", dice la presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi.

"Ora che ci sono le risorse per investire sulla scuola torniamo a chiedere al governo che la natura diventi una parte integrante del percorso educativo, così come l’educazione alla sostenibilità con programmi pluriennali. Ma passerà del tempo prima che queste risorse diventino accessibili. Per questo abbiamo deciso di lanciare il cuore oltre l’ostacolo e chiedere il sostegno dei cittadini per cominciare a costruire le prime Aule Nature: la prima la consegneremo il prossimo 24 settembre ad una scuola della provincia di Bergamo", aggiunge Bianchi.

L’obiettivo del Wwf è quello di dotare il maggior numero possibile di scuole di Aule Natura.

I moduli educativi, adattabili a seconda dei contesti, possono essere costituiti da una siepe (un filare di arbusti o alberi di piccola altezza realizzato con specie locali), dal condominio per insetti; dalle cassette nido per uccelli, da Bat Box, da mangiatoie per uccelli, da piante da frutto, da piante aromatiche, da un giardino delle farfalle, da uno stagno o laghetto (un piccolo fossato impermeabilizzato), da un gazebo ombreggiante, da sedute in legno, da un tavolo, da sentieri, da pannelli didattici, da un orto didattico (all’interno di cassoni pieni di terra si potranno piantare vari ortaggi), da una piccola serra, da un banco da lavoro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.