Cerca

Gioco vietato ai minori, 100mila visitatori in quattro anni per la campagna '18+'

Una iniziativa di Lottomatica, Moige e Fit

CSR
Gioco vietato ai minori, 100mila visitatori in quattro anni per la campagna '18+' /Video /Audio

Oltre 100mila persone in visita allo stand allestito nelle piazze delle maggiori città italiane. Più di 90 milioni di contatti raggiunti attraverso la campagna stampa e web, nazionale e locale, realizzata a supporto dell'iniziativa. Questi i 'numeri' dei quattro anni di '18+ con le regole non si gioca', campagna informativa realizzata da Lottomatica in collaborazione con Moige - Movimento Italiano Genitori e Fit - Federazione Italiana Tabaccai e finalizzata alla prevenzione del gioco minorile. Un'iniziativa che rientra nel più ampio 'Programma di Gioco Responsabile' che Lottomatica porta avanti dal 2007 (Audio).


La quarta edizione della campagna '18+', che si chiude in questi giorni a Roma, si è articolata in un vero e proprio tour che ha attraversato l'Italia da Nord a Sud, toccando 21 piazze, con l'obiettivo di proseguire l'azione di informazione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica sul tema della prevenzione e del divieto di accesso ai giochi con vincita in denaro per i minori di 18 anni. Divieto che in Italia è regolamentato dalla legge del 1° gennaio 2011 e rafforzato dall'art 7 del D.L. 158/2012.

"La partnership con il Moige e la Fit ha permesso a Lottomatica di ampliare le opportunità di intervento concreto in tema di gioco responsabile, dandoci la possibilità di esprimere il nostro modo di fare impresa e l'attenzione che dedichiamo a uno sviluppo sostenibile delle nostre attività", sottolinea Simone Cantagallo, direttore Media Communications di Lottomatica. La campagna '18+' "si è dimostrata ancora una volta uno strumento fondamentale di dialogo, informazione e prevenzione, non solo in relazione al divieto per i minori di accedere ai giochi con vincite in denaro ma anche per approfondire altre tematiche su cui i visitatori dei nostri stand hanno potuto confrontarsi nel corso delle 21 tappe del tour".

In ognuna delle piazze toccate dalla campagna è stato allestito uno stand all'interno del quale i visitatori, oltre a ricevere materiale informativo e confrontarsi con i volontari del Moige, hanno potuto effettuare un video tutorial su pc seguito da un test per valutare la conoscenza del divieto ai minori e la presenza di eventuali comportamenti a rischio negli adulti riguardo al gioco. In base ai dati raccolti è emerso che la consapevolezza di tale divieto è aumentata del 3% rispetto allo scorso anno. Antonio Affinita (video), direttore generale del Moige, sottolinea che mamme e papà "devono essere i primi a dare il buon esempio ma non possono essere lasciati da soli nel quotidiano compito di educazione dei nostri figli".

Fondamentale, poi, per la corretta applicazione della legge, è il contributo della rete di distribuzione. "Noi tabaccai siamo consapevoli della funzione sociale del nostro lavoro e anche per questo abbiamo sostenuto la campagna fin dalla prima edizione", ricorda Giovanni Risso (video), presidente Fit. Roberto Fanelli, direttore centrale Gestione Tributi e Monopolio Giochi di Adm, ricorda che "la soglia di attenzione contro il gioco minorile rimane alta in quanto l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli considera il rispetto di questo divieto un valore specifico del gioco legale. In tal senso gli orientamenti dell'autorità politica in merito alla delega fiscale confermano il particolare rilievo attribuito a questo importante aspetto".

Sarà possibile visitare lo stand dell'ultima tappa del tour dal 14 al 17 maggio in piazza di Spagna a Roma dalle 8:30 alle 20:30.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.