Cerca

Dal fotovoltaico al Led, quando la ceramica è green

CSR
Dal fotovoltaico al Led, quando la ceramica è green

Due impianti di cogenerazione; un impianto fotovoltaico di 16.000 m2 che ha permesso di risparmiare l'emissione in atmosfera di 4.823.883 Kg di CO2. E ancora: 62% è la quota di energia elettrica autoprodotta sul totale consumato e 449 è il numero dei corpi illuminanti a Led installati nel 2014 nello stabilimento di Mordano. Sono solo alcuni dei traguardi ambientali raggiunti dal gruppo ceramico Florim che quest’anno presenta la settima edizione del proprio Bilancio di Sostenibilità, il report annuale che offre una sintesi dei risultati ottenuti in ambito economico, sociale e ambientale.


“Il grande coinvolgimento dei collaboratori a tutti i livelli ed il loro saper interpretare la missione Florim hanno consentito di completare progetti ambiziosi per complessità e tempi di realizzazione, quali: la ristrutturazione dello stabilimento di Mordano, divenuto un punto di riferimento per la produzione di lastre di grande dimensione ed il varo del nuovo polo logistico di Fiorano che integra il tradizionale piazzale con il nuovissimo magazzino verticale. A questi si aggiunge l’avanzamento del progetto di ristrutturazione dello stabilimento americano che si stima possa completarsi nel 2015” scrive il presidente Claudio Lucchese nella lettera di introduzione al bilancio.

In particolare, nel corso dell’anno la controllata Maker s.r.l. ha avviato il progetto di completa ristrutturazione dello stabilimento investendo oltre 25 milioni di euro, per la produzione di lastre di grande formato e ceramica tradizionale e consentendo la continuità del posto di lavoro per gli oltre 280 dipendenti.

I continui investimenti in green economy hanno portato alla realizzazione di una nuova stazione ecologica a Fiorano Modenese, l’installazione di 449 corpi illuminanti Led nello stabilimento di Mordano e la parziale rimozione delle coperture in eternit dagli stabilimenti produttivi. Inoltre, nel corso dell’anno ha preso il via la terza edizione del Master in Florim rivolto a giovani neo laureati.

Con oltre 800 ore alternate tra aula e affiancamenti in tutte le aree aziendali, il Master 3.0 si è concluso con l’assunzione della totalità dei ragazzi partecipanti al termine delle 26 settimane formative. Il costante impegno aziendale nei confronti della sostenibilità dei processi industriali ha portato al conseguimento dell’ambito “Premio Economia Verde” di Legambiente Emilia Romagna per la tutela del territorio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.