Home . Sostenibilita . CSR . Chanel, addio a pellicce e pelli esotiche

Chanel, addio a pellicce e pelli esotiche

CSR
Chanel, addio a pellicce e pelli esotiche

Chanel dice addio a pelli e pellicce, almeno a quelle di provenienza esotica come coccodrillo o serpente. Ad annunciare l'intenzione della griffe, un top manager di Chanel, Bruno Pavlovsky, presidente del settore Global Fashion della maison, che al quotidiano economico tedesco Handelsblatt ha dichiarato che d'ora in poi, il marchio utilizzerà solo la pelle o la pelliccia di animali che fanno già parte della catena di produzione alimentare.

Sempre più difficile rendere tracciabile la provenienza di pelli di animali esotici tra cui coccodrilli, lucertole, serpenti e razze. Una filiera poco chiara che deve essere interrotta perché, sottolinea Pavlovsky, i clienti sono sempre più interessati agli standard di produzione etica, a conoscere l'origine dei materiali e le condizioni in cui gli animali sono tenuti. Guardando al futuro, Pavlovsky non esclude lo sviluppo della pelle biotech, ma "non sarà nel prossimo futuro", ha affermato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.