Pelle vegana, vestiti che crescono con i bambini: H&M premia le innovazioni sostenibili

Ecco i progetti vincitori del Global Change Award

CSR
Pelle vegana, vestiti che crescono con i bambini: H&M premia le innovazioni sostenibili

Pelle vegana realizzata in laboratorio, fibre tessili derivanti dalle ortiche, un sistema digitale per rendere i prodotti riciclabili, vestiti per bambini che si adattano alla crescita e una membrana biodegradabile priva di sostanze tossiche per l'abbigliamento outdoor: sono i progetti vincitori del Global Change Award di quest'anno, che divideranno un premio complessivo di un milione di euro stanziato dalla no-profit H&M Foundation. Il loro denominatore comune? Migliorare l'impatto della moda sul pianeta attraverso l'innovazione.


Selezionati da una giuria di esperti tra oltre 6.640 progetti provenienti da 182 Paesi, ecco i vincitori del Global Change Award di quest'anno e le relative quote del premio totale da un milione di euro. The Loop Scoop di circular.fashion (Germania, 300mila euro), sistema digitale per garantire la circolarità di ogni capo, dal design al riciclo; Sane Membrane di dimpora (Svizzera, 250mila euro), membrana biodegradabile e priva di sostanze tossiche per l’abbigliamento outdoor; Sustainable Sting di Green Nettle Textile (Kenia, 150mila euro), fibra sostenibile creata con le ortiche per consentire agli agricoltori in Kenya di accrescere i loro mezzi di sussistenza; Clothes that Grow di Petit Pli (Regno Unito, 150mila euro), abiti per bambini che si adattano alla crescita e riducono l’impatto ambientale; Lab Leather di Le Qara (Perù, 150mila euro), microrganismi per creare pellami vegani biodegradabili per l'industria della moda.

Oltre al premio in denaro, tutti i vincitori del Global Change Award di quest'anno avranno accesso a un acceleratore d’innovazione che li porterà a Stoccolma, New York e Hong Kong. Il programma di un anno sarà promosso da H&M Foundation in partnership con Accenture e con KTH Royal Institute of Technology.

Tra le migliaia di candidati al Global Change Award di quest'anno, il 45% classifica il "finanziamento" come l’ostacolo più grande. Per questo, la Fondazione annuncia un'iniziativa di crowdfunding con la piattaforma Indiegogo, che coinvolge i consumatori consentendo loro di diventare finanziatori e tester delle cinque innovazioni tramite il sito globalchangeaward.com.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.