Cerca

"Porto Tolle sarà un'oasi turistica unica"

CSR
Porto Tolle sarà un'oasi turistica unica

(Fotogramma)

"Noi italiani siamo imbattibili con testa e cuore, questo progetto sarà straordinario come mai visto prima. Rispetteremo l'ambiente al 100%, cureremo l'aspetto naturalistico e quello di risparmio energetico". Così ha annunciato Claudio Cardini, presidente del gruppo Human Company, la nuova area turistica che sorgerà al posto della ex centrale di Porto Tolle. I dettagli, spiegati oggi a palazzo Balbi alla presenza del presidente della regione Veneto Luca Zaia, del sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli e dell'amministratore delegato di Enel Francesco Starace, sono stati affidati al ceo Marco Galletti: "In quel territorio è stata fatta un'attrazione per turismo unica. Il delta del Po è un luogo unico, ci permetterà di far sì che i turisti possano trovare attrazioni uniche".


Galletti ha quindi precisato i tempi di realizzazione: "Contiamo nei 36 mesi dalle demolizioni, c'è un grosso lavoro da fare che era complesso, ma questo è quanto emerso dal cronoprogramma con Enel". Quindi il ceo ha fornito alcuni dettagli: "Puntiamo a 2000-2200 piazzole per opportunità di offerta diverse, come camper, glamping e qualche sorpresa. Sarà importante l'area sportiva e quella food, in quella zona il cibo a centimetro0, non chilometro0, può essere un'attrazione per tutti". Da ultimo, Galletti ha parlato di cifre economiche: "Circa 400 persone lavoreranno in struttura a regime, senza considerare la fase demolizioni. L'investimento totale del gruppo è valutato in 60milioni di euro. Il sito verrà acquistato al termine delle demolizioni e delle bonifiche, sostenute da Enel (e stimate in 30-35 milioni)".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.