Cerca

Per una moda 'circolare e climate positive', il Report di sostenibilità di H&M

CSR
Per una moda 'circolare e climate positive', il Report di sostenibilità di H&M

Il 97% del cotone utilizzato è riciclato o proveniente da fonti sostenibili; il 57% dei materiali impiegati è riciclato o proveniente da fonti sostenibili. Sono alcuni dei risultati contenuti nel Sustainability Performance Report 2019 di H&M Group che "evidenzia i progressi compiuti per realizzare la visione dell'azienda di guidare il cambiamento verso una moda circolare e 'climate positive', ed allo stesso tempo promuovere correttezza e uguaglianza in tutta la catena del valore".


"Sono orgogliosa di tutti i progressi che abbiamo fatto nel 2019. Guardando al futuro non solo il nostro settore continuerà a cambiare rapidamente, ma anche il mondo intero. Questo 2020 è iniziato con una sfida che non avevamo mai visto prima, la diffusione del Covid-19, che ha colpito tutto il mondo, le aziende e le società. Sono fiduciosa del fatto che la visione a lungo termine sulla sostenibilità che abbiamo sempre avuto, e continueremo ad avere, avrà un ruolo ancora più cruciale nell'affrontare queste sfide", osserva Anna Gedda, Head of Sustainability di H&M Group.

"Sarà più importante che mai continuare il nostro viaggio verso un'economia circolare e un consumo sostenibile, creando al contempo prosperità attraverso opportunità di lavoro - aggiunge - Questo Report è solo una sintesi del grande sforzo che tutti i nostri colleghi nel mondo fanno ogni giorno per cambiare il futuro della moda".

Alcuni dati dal Report 2019: il 97% del cotone utilizzato è riciclato o proveniente da fonti sostenibili, a partire dal 2020 H&M non si rifornirà di cotone convenzionale per le collezioni. Il 57% dei materiali impiegati è riciclato o proveniente da fonti sostenibili, questo rappresenta un passo avanti verso l'obiettivo di raggiungere il 100% entro il 2030.

E ancora: il 100% della catena di fornitura di tessuti e pelli, con oltre 600 fornitori, è ora parte del programma 'Zero Discharge of Hazardous Chemicals'; 900mila lavoratori della catena di fornitura beneficiano di sistemi di gestione paghe migliorati e più di 1,1 milione sono stati raggiunti dai programmi di relazioni industriali e di dialogo sul posto di lavoro; sono state raccolte 29.005 tonnellate di abiti, un aumento del 40% rispetto al 2018, raggiungendo e superando l'obiettivo di raccogliere 25mila tonnellate all'anno.

"Stiamo lanciando il nostro servizio business-to-business, Treadler, che offre ai retailer del settore tessile e dell'abbigliamento l'accesso alla catena di fornitura di H&M Group, consentendo così ad altre aziende di accelerare più rapidamente il cambiamento sociale e ambientale sostenibile attraverso le proprie catene di valore - si legge - Abbiamo esplorato nuovi modelli di business circolari e lanciato diverse iniziative che comprendono on-demand, personalizzazione, riparazione, noleggio, rinnovo, opzioni di re-commerce e imballaggi riutilizzabili".

"Il nostro Circular Innovation Lab ha sperimentato nuovi materiali sostenibili come la fibra cellulosica prodotta con tessuti in cotone riciclato da Infinited Fiber Company e Circulose di Re:newcell, il primo materiale in assoluto che grazie ad una tecnologia innovativa viene riciclato chimicamente - informa il Gruppo - Siamo stati inclusi nella prestigiosa A-list di Cdp, per il nostro impegno nei confronti del cambiamento climatico. Abbiamo iniziato a mappare e condividere i fornitori di viscosa e di altre fibre cellulosiche artificiali e ci siamo classificati tra i primi nel Report di Changing Market's Roadmap".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.