Cerca

Sistri, lavoratori davanti a ministero Ambiente

IN PUBBLICO
Sistri, lavoratori davanti a ministero Ambiente

Una delegazione di lavoratori di Synergie Italia ha raggiunto la sede del ministero dell'Ambiente su via Cristoforo Colombo per chiedere un incontro al ministro Sergio Costa. I giorni passano e tra poco resteranno senza stipendio. Perché il dl Semplificazione, a partire dal primo gennaio 2019, blocca definitivamente il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti istituito dal 2010, e con questo anche l'occupazione dei 26 lavoratori dell'agenzia interinale Synergie Italia che da 8 anni ci lavorano.


Per questo Daniele Lotti, codice di lavoro 'operatore Sistri 1344'; Emiliano Santoni, operatore 1308; e Gianluca Antolini, operatore 1314 (ci tengono a identificarsi con i numeri che li hanno accompagnati in tutti questi anni sul lavoro), al momento si trovano all'ingresso del Mattm, in rappresentanza di tutti gli altri operatori il cui posto è seriamente a rischio, portando con sé uno striscione sui cui c'è scritto: "Avete tracciato i rifiuti, vi siete persi i lavoratori".

"Torniamo a chiedere un incontro che finora ci è stato negato, nonostante le richieste inoltrate alla segreteria politica di Costa, dei sottosegretari Micillo e Gava, al direttore della sezione rifiuti dell'Ambiente Grillo, alla segreteria politica del ministro Di Maio, e al sottosegretario dello Sviluppo Economico Crippa. Nessuno ci ha risposto, neanche al telefono", dice all'Adnkronos Daniele Lotti, l'operatore Sistri 1344.

"Oggi speriamo di far arrivare la nostra richiesta al ministro Costa e che magari decida di parlarci - aggiunge Lotti - Intanto i giorni passano e al 1 gennaio 26 persone saranno senza lavoro, quando invece potremmo spendere l'esperienza maturata in 8 anni anche all'interno del nuovo 'Sistri'".

Per il ministro dell'Ambiente Sergio Costa "il ministero dell'Ambiente ha già ricevuto due volte la delegazione dei lavoratori del Sistri, presso il segretariato generale. Visto che dobbiamo costruire il nuovo 'Sistri', l'obiettivo è cercare sempre di non dimenticare nessuno, nel rispetto delle leggi. I termini li stiamo studiano ma non dimentichiamo nessuno. Cerchiamo una soluzione", assicura Costa.

Al Sistri, oltre ai dipendenti della Selex Service Management, società all’epoca rientrante nel perimetro di Finmeccanica (oggi Leonardo), hanno lavorato in questi 8 anni anche i lavoratori dell’agenzia interinale Synergie Italia. E se per tutti i lavoratori Sema c’è la garanzia di essere ricollocati in Leonardo, a parità di condizioni normative e contrattuali, per gli interinali non sembra esserci futuro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.