Cerca

Trivelle, rifiuti & Co. Se la sindrome Nimby diventa istituzionale

Dai rifiuti alle trivelle, tra complicazioni normative e promesse disattese

IN PUBBLICO
Trivelle, rifiuti & Co. Se la sindrome Nimby diventa istituzionale

Di Stefania Marignetti


La sindrome Nimby (acronimo che sta per 'Not in my backyard', insomma: non nel mio orticello) "ormai è istituzionale". E' la lettura del presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani che con l'AdnKronos tira le somme di una giornata, quella del convegno "La corsa ad ostacoli dell’economia circolare in Italia" organizzato a Roma dall'associazione. Vale in particolare per alcuni temi ambientali sensibili: trivelle e rifiuti in particolare. Vale per le norme 'end of waste', per gli impianti, per le attività petrolifere offshore. In realtà, c'è un acronimo anche per questo ed è 'Nimto', che sta per 'not in my terms of office', ovvero non durante il mio mandato elettorale.

Partiamo dalle norme end of waste. "Il ministero dell'Ambiente con il ministro Costa aveva prodotto un testo dell'emendamento al Dl Semplificazioni che era molto lineare e semplificava, ma quando è arrivato in Parlamento il gruppo parlamentare dei 5 Stelle ha messo una serie di paletti che complicavano la situazione ancora più di quanto non sia oggi senza decreto. Il riciclo va semplificato, invece il lavoro fatto dai 5S va nella direzione opposta", dice Ciafani.

"Nimby istituzionale" anche per gli impianti: "c'è chi pensa che rifiuti zero sia uguale a impianti zero, anche in Parlamento. Invece di impianti bisogna farne mille, a partire dal centro sud", sottolinea il presidente di Legambiente.

Questione trivelle. "La posizione del M5S, a partire da quella del ministro Costa, è stata coraggiosa: bisogna fermarle, così come abbiamo detto insieme con 5S e Lega ai tempi del referendum del 2016 - ricorda Ciafani - Dobbiamo fermare le nuove trivelle e togliere i soldi da quel bottino di 16 miliardi che ogni anno, tra sussidi diretti e indiretti, vengono dati alle compagnie petrolifere. Su questo il M5S si è tanto speso in passato ma nella scorsa legge di Bilancio non è stato tolto un solo centesimo. Cosa vuole fare il M5S sui sussidi ambientalmente dannosi? Non ne parla più nessuno da quando sono al governo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.