Cerca

Arte e riciclo, 'I Temp(l)i cambiano' di Pistoletto esposta a Woodstock

Fino al 31 dicembre 2016 sarà al Blenheim Palace

RISORSE
Arte e riciclo, 'I Temp(l)i cambiano' di Pistoletto esposta a Woodstock

'I Temp(l)i cambiano' di Michelangelo Pistoletto

Realizzata interamente con rifiuti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, alta quasi 3 metri e mezzo, larga oltre 3 e del peso di quasi 300 kg. E' 'I Temp(l)i cambiano', opera di Michelangelo Pistoletto, commissionata da Ecodom nel 2009, tra i lavori del maestro in esposizione presso il Blenheim Palace di Woodstock, in occasione della mostra personale che celebra la produzione dell'artista biellese degli ultimi 50 anni (fino al 31 dicembre).


La scultura, diventata il 'manifesto' di Ecodom, rappresenta l’impegno del Consorzio (attivo nel Recupero e Riciclaggio degli Elettrodomestici) per la salvaguardia ambientale e una sintesi della sua attività: recuperare e trattare i rifiuti elettrici ed elettronici, evitando la dispersione di sostanze dannose.

L’opera, infatti, è stata realizzata interamente con rifiuti provenienti da Raee: 32 cestelli di lavatrici incastrati l’uno sull’altro per dar vita alle colonne e decine di serpentine di frigoriferi per il fregio del timpano. Questo tempio, posizionato su una base inclinata, rappresenta il passaggio dall’era del progresso all’era del riciclo.

'I Temp(l)i cambiano' è stata esposta, in passato, al Tempio di Adriano, all’Archivio di Stato e al Maxxi di Roma; alla Triennale, a Villa Necchi Campiglio e al Palazzo delle Stelline a Milano; nel chiostro di Sant’Agostino a Bergamo e, più di recente, alla Villa Reale di Monza.

"Dopo aver presentato la scultura, per la prima volta, nel 2009 - ha spiegato Giorgio Arienti, direttore generale di Ecodom - e averla utilizzata in molti eventi pubblici in Italia, siamo orgogliosi che il maestro Pistoletto abbia voluto esporla anche in questa sua personale a Woodstock. Un’occasione unica per dare visibilità, oltre i confini nazionali, a un’opera che è ormai divenuta il simbolo del nostro Consorzio per il suo significato: porre l’accento sulla 'responsabilità' a tutti i livelli, nelle abitudini quotidiane, nei processi industriali, nel corretto smaltimento dei rifiuti, come motore per una trasformazione sociale e per uno sviluppo economico sostenibile".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.