Cerca

Il Paese della Sera dedica la copertina a Dj Fabo e Marco Cappato

L'editoriale 'Non si processano i diritti', numero speciale dedicato all’estate del volontariato

RISORSE
Il Paese della Sera dedica la copertina a Dj Fabo e Marco Cappato

“Non si processano i diritti”. È il titolo dell’editoriale di Luca Mattiucci della copertina del nuovo numero della rivista Il Paese della Sera in distribuzione gratuita da oggi fino al 31 luglio. Un corsivo dedicato alla dolorosa vicenda di Fabiano Antoniani, in arte Dj Fabo, il ragazzo divenuto tetraplegico in seguito a un incidente stradale e che ha scelto la morte assistita in Svizzera accompagnato dal tesoriere dell'associazione Luca Coscioni ed esponente dei Radicali Marco Cappato, oggi rinviato a giudizio per aiuto al suicidio dalla Procura di Milano.


Così Mattiucci racconta la sua storia: “I vecchi al mondo sono pochi, ma Fabiano in quel letto è uno di loro. Ha quarant’anni e da tre è steso lì immobile. Cecità e tetraplegia, dichiararono i medici dopo l’incidente. Solo una strada. Quella alternativa allora te la crei a furia di dolore. E un giorno decidi che da quel letto te ne andrai. Stavolta per sempre. Inizi a cercare chi può prestarti i suoi occhi, le sue braccia e le sue gambe. Di tuo è rimasta solo la volontà”.

Una volontà che lo ha portato nel febbraio scorso a scegliere il suicidio nella clinica svizzera dell’associazione Dignitas. “Ora Fabiano riposa sereno, le sue volontà rispettate con lui - scrive Mattiucci - Qui mamma Carmen e Valeria, la compagna, restano incredule di fronte ad una magistratura che mette sul tavolo due visioni opposte: progressista e conservatrice. Al centro ora c’è Marco che rischia la galera per aver fatto da stampella".

La legge va rispettata, sottolinea Mattiucci nell'editoriale legato alla vicenda, "ma il fatto di avere dei giudici e non delle macchine nei tribunali è forse il segno che tra quelle mura l’intento sia preservare umanità. La stessa che Fabiano un giorno usò con la sua compagna per aprirgli le porte del suo inferno: 'Verresti una sola settimana da questa parte?'. E noi? Ci metteremo al posto di Fabo per una sola settimana?”.

Il numero 12 del 2017 de Il Paese della Sera dedica uno 'speciale estate' alle iniziative del volontariato “aperto per ferie” che si occupa di chi resta solo in città: dalla cura degli anziani, alle fasce più povere della popolazione, alle vacanze solidali. E ancora, la novità per le startup e le imprese digitali innovative, con un fondo da 100 milioni di euro per farle decollare; la storia di “Sosta Forzata”, esempio di scrittura creativa che riconcilia con la vita i detenuti “messi alla prova”; il bando per il Welfare che trasformerà il futuro con tecnologia, impatto sociale e attenzione alla comunità.

Infine, le segnalazioni e le proposte per i lettori di AdnKronos, come il Fondo per giovani agricoltori in Liguria e “Ecovelaplay” per pulire dai rifiuti il lago di Bracciano. Il progetto sociale “Il Paese della Sera”, promuove l’inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze italiani e migranti, in situazioni di disagio economico attraverso la distribuzione ogni mattina sui treni Italo a Milano e Napoli della omonima rivista. Un gruppo di giovani avviati a una nuova esperienza lavorativa e di integrazione sociale che permette loro di studiare e costruire un futuro diverso da quello che li aspettava.

Il progetto promosso dall’organizzazione Wsc con la Comunità di Sant’Egidio è sostenuto da Italo Treno, Fondazione Allianz Umana Mente, Fondazione Bracco, Fondazione Cariplo, Fondazione Con il Sud, Fondazioni For Africa Burkina Faso insieme a AGIRE e AVIS Nazionale e al media partner AdnKronos.

La rivista è realizzata a titolo volontario da un team di giornalisti che porta al pubblico notizie sui temi dell’innovazione sociale, un racconto lontano dalla retorica e attento a quanti sono già impegnati a costruire le risposte ai vecchi e nuovi bisogni di chi vive alle prese con la fragilità.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.