Cerca

Condomini efficienti con Call for Innovation

RISORSE
Condomini efficienti con Call for Innovation

Immagine di archivio (Fotolia)

Si è conclusa ieri sera presso il Talent Garden di Milano, la prima Call for Innovation di Eni gas e luce. La Call Smart&Efficient Buildings, realizzata in collaborazione con Digital Magics, importante incubatore di startup digitali 'Made in Italy' attivo su tutto il territorio italiano, ha coinvolto startup e Pmi innovative in grado di sviluppare prodotti e servizi all'avanguardia nel settore dei condomìni per rendere gli edifici più efficienti, autonomi, sicuri e confortevoli per le persone che li abitano. L’obiettivo della Call for Innovation Smart&Efficient Buildings è quello di far evolvere l’attuale offerta di Eni gas e luce per l’efficienza energetica dei condomini e permettere alle persone di vivere meglio la propria casa.


L’iniziativa è dunque in linea con la mission di Eni gas e luce che intende trasformare la relazione tra le persone e l’energia, per usarla meno e meglio. La Call Smart&Efficient Buildings è stata declinata in 3 aree d’interesse: Energy Efficiency for a sustainable building, per progetti di riqualificazione energetica, soluzioni per la diagnosi evoluta, la simulazione e modellizzazione degli interventi e il miglioramento dell’isolamento termico e acustico; Safety and Security, per soluzioni innovative per interventi antisismici, controllo intelligente degli accessi, previsione e gestione delle emergenze, soluzioni per il monitoraggio qualità dell’aria, delle condizioni ambientali e per la protezione della persona; infine Digital Services for a Better Living per servizi innovativi pensati per le esigenze delle persone nel loro ambiente abitativo.

Delle oltre 70 startup e PMI che hanno inviato la propria candidatura tramite il portale Open Innovation di Eni gas e luce, 10 sono state selezionate per accedere alla fase finale dell’Innovation Day e hanno avuto la possibilità di presentare il proprio progetto durante la fase di presentazione di ieri pomeriggio. La giuria, composta da un totale di 15 persone tra manager Eni gas e luce, partner specialistici ed esperti di Digital Magics, si è riunita per decretare la startup che accederà alla fase di co-design con Eni gas e luce.

U – Earth Biotech è stata decretata come startup vincitrice e avrà accesso alla fase di codesign, della durata di un mese, durante la quale si potrà valutare l’integrazione della proposta nel portfolio di servizi e prodotti di Eni gas e luce. U-Earth Biotech è un’azienda specializzata nella purificazione dell’aria di ambienti chiusi e aperti attraverso bioreattori (apparecchiature in grado di fornire un ambiente adeguato alla crescita di organismi biologici) che, grazie a batteri non patogeni, digeriscono tutti i contaminanti e allergeni dispersi nell’aria, di qualunque dimensione, trasformando il tutto in materiale inerte tramite un processo di bio-ossidazione.

Una startup che si è particolarmente distinta nella selezione meritando una menzione speciale è stata Immodrone, che offre una rete capillare di oltre 1.500 piloti di droni certificati Enac in Italia, equipaggiati con telecamere ad alta risoluzione e termiche insieme a una piattaforma di Intelligenza Artificiale in cloud per raccogliere dati e produrre report che aiutino la programmazione degli interventi sul miglioramento dell'efficienza energetica.

Infine, la seconda menzione speciale è andata invece alla Pmi Perry Electric con la soluzione C.Dom, un sistema sempre connesso che consente di programmare, gestire e controllare il comfort dei diversi ambienti domestici adattandosi alle esigenze degli utenti riducendo i consumi energetici grazie all’intelligenza artificiale. Inoltre, Eni gas e luce mette a disposizione la propria piattaforma di Open Innovation per centri di ricerca, startup, PMI e grandi aziende. Chiunque abbia un’idea innovativa e voglia sottoporla all’attenzione di Eni gas e luce potrà quindi proporre la propria soluzione, in una delle 6 aree di interesse, all’indirizzo https://enigaseluce.com/open-innovation.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.