Cerca

Carta e cartone, nel 2018 raccolte 3,4 mln t (+4%)

RISORSE
Carta e cartone, nel 2018 raccolte 3,4 mln t (+4%)

Aumenta nel 2018 la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia: 3,4 milioni sono le tonnellate raccolte, con un aumento complessivo del 4%, pari a +127mila tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e tre le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati del 24° Rapporto di Comieco.


La progressiva crescita del Sud, che da solo contribuisce al 50% dei nuovi volumi, si è ormai consolidata negli ultimi anni. La Sicilia, storicamente indietro rispetto alle altre Regioni, guida l’incremento complessivo mettendo a segno il miglior risultato percentuale (+31,5) rispetto al 2017. Il Nord, dopo anni di sostanziale stabilità, fa registrare un +2,9%, pari a +50mila tonnellate di carta e cartone raccolte. Il Centro mette a segno un incremento di per sé meno incisivo ma comunque importante (+1,4%).

A livello di pro-capite (oltre 56 kg/ab a livello nazionale), l’Emilia-Romagna è stata la regione più brillante con oltre 90 kg/ab di carta e cartone, seguita da Trentino-Alto Adige (83 kg/ab) e Valle d’Aosta (79,6 kg/ab).

"Le frazioni estranee alla raccolta di carta e cartone rappresentano un ambito di miglioramento cui tendere. La vera sfida da affrontare - spiega Amelio Cecchini, presidente Comieco - Sebbene, infatti, dai dati del Rapporto emerga un quadro in miglioramento rispetto al 2017 sia della qualità della raccolta del circuito delle famiglie, dove la media di frazioni estranee riscontrata è del 3,3%, che del commerciale, scesa allo 0,7%, ancora molto si può e si deve fare. Una raccolta di qualità è infatti garanzia di riciclo efficiente, con meno scarti e minori costi di gestione. La qualità è sempre più elemento strategico per garantire il buon fine del processo di riciclo: già nel 2018 il tasso di riciclo degli imballaggi si attesta sull’81%, superando già gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per il 2025 (75% riciclo) e ad un passo quelli stabiliti per il 2030, che prevede il raggiungimento dell’85% del tasso di riciclo".

Ma non solo. "Il binomio quantità-qualità legato alla raccolta differenziata di carta e cartone si traduce anche in importanti vantaggi economici per i Comuni - aggiunge Carlo Montalbetti, direttore Comieco - Nel 2018 Comieco ha erogato più di 97 milioni di euro a oltre 5.500 Comuni in convenzione, a fronte delle tonnellate di carta e cartone raccolte. Nel 2019, l’impegno economico del Consorzio a sostegno delle Amministrazioni comunali è destinato a salire. Con il rientro in convenzione di oltre 600.000 tonnellate, infatti, Comieco investirà ulteriori risorse, assicurando il corretto avvio a riciclo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.