Home . Sostenibilita . Tendenze . Dal treno al camper, i consigli per viaggiare con gli animali

Dal treno al camper, i consigli per viaggiare con gli animali

TENDENZE
Dal treno al camper, i consigli per viaggiare con gli animali

Il 10 dicembre, in concomitanza con l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, si celebra anche la Giornata Internazionale dei Diritti degli Animali, per ricordare alla società che la libertà, la giustizia ed il rispetto sono valori fondamentali per ogni singolo individuo, a prescindere dalla razza, il genere, la posizione sociale o la specie.

Per festeggiare gli animali e in occasione delle ferie natalizie, Volagratis.com, lastminute.com, Virail e Yescapa hanno raccolto consigli utili per chi sceglie di condividere la propria vita in compagnia di un animaletto e deve essere consapevole di come trattarlo, anche in viaggio, in modo responsabile.

I documenti per viaggiare in aereo. Non solo cani e gatti: anche pesci, volatili, conigli, porcellini d'India, criceti e furetti possono volare ad alta quota, generalmente nelle gabbiette o nei trasportini. Tuttavia, ricorda Volagratis.com, è bene informarsi per tempo presso la compagnia aerea scelta, poiché le disposizioni possono cambiare di volta in volta. In ogni caso, oltre al biglietto, per alcune specie è necessario avere anche il passaporto con la storia vaccinale e gli eventuali test degli anticorpi antirabbia.

Per cani e gatti potrebbe essere richiesto anche il tatuaggio o il microchip, compatibile con quello del Paese d’arrivo. Per gli animali che viaggiano in stiva, non bisogna dimenticare di apporre sul trasportino o sul kennel l’etichetta con la scritta “Live Animals” (etichetta verde dello I.A.T.A.) e l'indicazione “This Way Up”, cioè “non capovolgere” (etichetta nera dello I.A.T.A.) per indicare il corretto orientamento.

Volagratis.com ricorda che non possono volare i cuccioli che hanno meno di 3 mesi di età, animali in calore o in gravidanza e consiglia di controllare tutte le vaccinazioni richieste dal Paese di arrivo e programmare una visita dal veterinario per evitare spiacevoli sorprese al momento dell’imbarco.

Viaggiare in treno. Per chi deve spostarsi in treno Virail, la piattaforma e app che compara tutti i mezzi di trasporto, ricorda che è ammesso un solo animale per ciascun viaggiatore. I cani di taglia piccola viaggiano gratuitamente (previa comunicazione) all’interno dell’apposito contenitore (dimensioni 70x30x50). I cani di taglia medio-grande, con guinzaglio e museruola, hanno invece bisogno del biglietto.

Per evitare che il vostro animale soffra di mal di trasporto, Virail suggerisce di non farlo mangiare prima della partenza e di tenere sempre acqua fresca a portata di mano, in un recipiente ermetico. Inoltre, è bene informarsi se ci sono fermate più lunghe in alcune stazioni per approfittarne ed eventualmente far sgranchire le zampe al cane.

In camper con gli animali. Per chi ama spostarsi on the road, la piattaforma di camper sharing Yescapa ricorda che per viaggiare in camper con un animale domestico come gatto, cane o furetto è necessario essere in possesso di un apposito certificato sanitario di accompagnamento.

Dal 2004, tutti i cittadini dell'UE possono viaggiare con un cane, gatto o furetto, purché siano in possesso di un passaporto europeo per animali domestici. Questo documento può essere rilasciato da un veterinario accreditato e deve contenere tutti i dati sugli animali e l'elenco di tutti i vaccini somministrati.

Dal 2011, è diventato obbligatorio il microchip per l’identificazione dell’animale. Se si vuole viaggiare con un animale domestico diverso dal cane, gatto o furetto, è importante rivolgersi prima della partenza presso l'ambasciata di competenza. Durante il tragitto in camper inoltre, per questioni di sicurezza gli animali dovrebbero viaggiare in trasportini o kennel rigidi per non creare problemi al guidatore, fissati con ganci alle cinture di sicurezza per evitare che si facciano male in caso di frenate brusche.

Preparare la valigia per il proprio animale. Lastminute.com ricorda di portare in viaggio ciotole, cuccia, eventuale lettiera pieghevole da viaggio, giochi e cibo preferiti che saranno per il pet punti di riferimento nella stanza d’hotel o nell’appartamento della villeggiatura. E infine un piccolo kit di pronto soccorso e un beauty case: portate delle salviette umide, oppure dei panni da bagnare con acqua fredda da passare sul pelo dell’animale qualora avesse dei colpi di calore durante il viaggio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.