Batterie di accumulo a basso impatto, al via raccolta fondi

WORLD IN PROGRESS
Batterie di accumulo a basso impatto, al via raccolta fondi

(Fotolia)

Potenziare la produzione dei sistemi di accumulo di energie rinnovabili. E' questo l'obiettivo della sua seconda campagna di crowdfunding, aperta su Mamacrowd da Green Energy Storage che in un solo mese ha raccolto un milione e 200 mila euro. La campagna di Green Energy Storage (Ges) arriva a meno di due anni di distanza dalla prima, che ha permesso alla startup dell’efficienza energetica di toccare in chiusura la quota di oltre un milione di euro, a lungo record italiano di adesioni sulla piattaforma.


Nata nel 2015, Green Energy Storage è una startup italiana che opera nel settore dell’efficienza energetica, della ricerca e delle tecnologie. Partendo da tecnologie acquisite dall'Università di Harvard, Green Energy Storage ha sviluppato un sistema di batterie a flusso a basso impatto ambientale perché realizzato con molecole organiche che permette di utilizzare l'energia prodotta da fonti rinnovabili con flessibilità, riducendo contemporaneamente i costi.

Obiettivo di questa nuova campagna (che resterà aperta fino all’14 febbraio 2019) è quindi la raccolta di fondi per potenziare la produzione dei propri sistemi di accumulo di energie rinnovabili: batterie a flusso che permettono di accumulare un’elevata capacità di energia elettrica pulita, sfruttando la naturale energia del sole e del vento. I fondi raccolti, spiega Salvatore Pinto, presidente Ges, "serviranno ad avviare la prima grande serie commerciale e a continuare le assunzioni di talenti altamente specializzati. La società si rafforza per vincere la sfida globale dell'energia attraverso delle batterie a flusso a basso impatto ambientale."



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.