cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Sotira (Civita): "Sviluppare turismo culturale, al Sud non solo quello balneare"

01 dicembre 2022 | 17.15
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Il Sud è conosciuto e rinomato soprattutto per il suo mare in estate, per le sue coste; ma il turismo balneare produce una spesa procapite media di 90 euro mentre il turismo culturale è più auto-spendente e fa registrare una media di 128 euro procapite. Anche per questo motivo, occorre puntare al turismo culturale al Sud, che è ricco di storia e di arte". A indicare questa esigenza è Giorgio Sotira, ceo di Civita, intervenendo alla Lanterna di Roma al meeting 'Sud e futuri: Mezzogiorno strategico' organizzato dalla Fondazione Magna Grecia e giunto alla sua quarta edizione.

"Il Sud Italia, escludendo la Sicilia che ha l'autonomia regionale sui beni culturali, a fronte di un 34% della popolazione italiana e di un 37% di musei statali, registra solo il 23% del numero di visitatori - osserva Sotira - E la sostenibilità economica al Sud si riduce a un quinto rispetto a quella di un investimento al Nord. Ma, a parte i conteggi economici e finanziari, va sottolineato anche che investire in cultura non vuol dire solo spinta turistica ma anche un approccio positivo al tema della disuguaglianza di genere, vista l'alta presenza femminile inserita nel settore".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza