cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 05:23
Temi caldi

Spagna: Canarie minacciano rottura con Madrid, stop a ricerca petrolio

14 agosto 2014 | 16.55
LETTURA: 2 minuti

Las Palmas, 14 ago. (Adnkronos/Dpa) - Il via libera di Madrid a prospezioni petrolifere a largo delle Canarie, ha provocato una crisi senza precedenti fra il governo regionale dell'arcipelago e l'esecutivo di Mariano Rajoy. Il capo del governo regionale, Paulino Rivero, ha minacciato di rompere "i rapporti istituzionali" con Madrid parlando della "crisi più grave" nei 500 anni da quando le Canarie sono entrate a far parte della Spagna.

Rivero, del partito regionalista Coalizione Canaria (CC), ha chiesto un urgente incontro con re Felipe Vi e con Rajoy. E ha accusato Madrid di discriminazione rispetto all'arcipelago delle Baleari, per il quale è ancora ferma un'analoga richiesta di prospezioni petrolifere.

Alle Canarie vi è una forte opposizione popolare al progetto di prospezioni della società Repsol, con timori di danni all'ambiente e alla fiorente industria del turismo. Già ieri le autorità di Las Palmas avevano minacciato ricorsi al tribunale dell'Audiencia Nacional e alle istanze europee. In base al progetto che ha ottenuto luce verde dal ministero dell'Industria, la Repsol potrà avviare le operazione nell'ultimo trimestre di quest'anno ad una cinquantina di chilometri a largo delle isole Lanzarote e Fuerteventura.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza