cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 20:06
Temi caldi

Spagna: caso Noos, avvocati Cristina presentano ricorso

02 luglio 2014 | 15.08
LETTURA: 2 minuti

Gli avvocati di Cristina di Borbone, la sorella di re Felipe VI che sarà processata con l'accusa di frode fiscale e riciclaggio di capitali insieme al marito nell'ambito del caso Noos, hanno presentato un ricorso di 60 pagine al giudice istruttore Jose Castro. Secondo 'El Pais', l'infanta Cristina si dice completamente estranea alle attività di suo marito, Inaki Urdangarin, all'amministrazione e alle assemblee generali dell'azienda di famiglia Aizoon.

La difesa della figlia di Juan Carlos e Sofia ha precisato che Cristina ha delegato la gestione dei fondi comuni a suo marito. "Non contemplo la possibilità di vederla al banco degli imputati", ha affermato Miquel Roca, uno dei suoi avvocati.

Lo scorso 25 giugno, il tribunale di Palma di Maiorca responsabile delle indagini nei confronti della secondogenita di Juan Carlos di Borbone ha deciso che la sorella del nuovo re di Spagna venisse processata con l'accusa di frode fiscale e riciclaggio di capitali. La principessa, se giudicata colpevole, rischia fino a undici anni di carcere. Cristina era già apparsa in tribunale a febbraio e si era trattato di una prima volta per un membro della famiglia reale. L'accusa ipotizza la malversazione e l'appropriazione indebita di circa 5,8 milioni di fondi pubblici concessi alla Fondazione Noos, per la promozione dello sport e di eventi sportivi, presieduta dal marito dell'infanta Cristina, ex campione olimpionico di pallamano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza