cerca CERCA
Martedì 06 Dicembre 2022
Aggiornato: 20:30
Temi caldi

Sport

Spalletti scuote la Roma: "Niente alibi, mi aspetto una reazione fortissima"

16 gennaio 2016 | 17.19
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Luciano Spalletti (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"Dobbiamo subito sterzare e riappropriarci delle nostre qualità. Voglio una reazione fortissima che faccia vedere la stoffa e i valori di questa squadra". E' quanto si aspetta il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, chiamato a sostituire Rudi Garcia per risollevare le sorti della squadra giallorossa impegnata in campionato all'Olimpico contro il Verona.

"La forma fisica? I giocatori non hanno alibi, abbiamo solo una strada, quella di vincere subito. O lo si fa o anche chi mi ha salutato in aeroporto mi verrà a prendere per un orecchio -prosegue il tecnico di Certaldo-. Si passa sempre attraverso la squadra e le forze a disposizione, spero fin da subito ci sia una reazione perché le altre corrono fortissimo e noi siamo un po' in ritardo".

"L'impressione del primo allenamento, si è confermata nel secondo e nel terzo. Ho ritrovato ragazzi attentissimi sotto l'aspetto della voglia e questo è il miglior messaggio che potevo ricevere -aggiunge Spalletti che non vuole fare tabelle per la risalita in classifica della squadra distante 7 punti dal Napoli capolista-. Il primo impatto deve essere la prima partita e la prima settimana di lavoro. Il primo passaggio dirà molto, se non ci sarà una risposta sarà difficile".

Sui motivi che lo hanno riportato nella Capitale l'allenatore toscano spiega: "Sono tornato qui perché ho già allenato la Roma e so quanto è bello allenare questa squadra in questa città", mentre sulla disaffezione della Curva Sud verso la società e la squadra aggiunge: "Per la risalita in classifica ci vogliono dei tifosi che facciano una curva strapiena che ruggisce e che magari canta un inno prezioso come 'Grazie Roma', se non ci sarà questa componente perderemo una spinta importantissima. Per me domani la Sud sarà piena. In molti mi hanno mandato messaggi di affetto ed ora mi devono sostenere. Questa vicenda mi dispiace moltissimo. E' un dispiacere vedere questo stadio con poche migliaia di persone".

Alla Roma Spalletti trova Florenzi, attaccante ritrasformato terzino da Garcia. "Gli ho visto cambiare più ruoli e fare bene in tutti, sarà un problema. Il nostro calcio è cambiato, gli allenatori allenano i principi di gioco, ci sono meno rigidità sui modi di stare in campo. Il mercato? Devo prima di tutto conoscere i giocatori, se sono stati scelti da un grandissimo direttore sportivo come Sabatini sicuramente hanno delle qualità, poi ci sarà un confronto e parleremo per vedere dove fare degli aggiustamenti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza