cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 18:14
Temi caldi

Sparatoria a Olginate, morto 47enne

13 settembre 2020 | 16.10
LETTURA: 2 minuti

L’uomo, raggiunto da alcuni colpi di pistola, era arrivato all’ospedale di Lecco in condizioni gravissime. Nello stesso centro è ricoverato anche il fratello. Il sindaco all'Adnkronos: "Terribile, parenti in collera ma mantenere calma"

alternate text
Fotogramma

E’ morto all’ospedale di Lecco il 47enne ferito nel primo pomeriggio a Olginate in una sparatoria. L’uomo, raggiunto da alcuni colpi di pistola, era arrivato all’ospedale in condizioni gravissime. Nello stesso centro è ricoverato anche il fratello del 47enne, colpito pochi minuti dopo dallo stesso aggressore. L’uomo si è salvato rifugiandosi all’interno di un condominio.

La sparatoria, secondo le ricostruzioni di alcuni giornali locali, potrebbe essere legata a un episodio accaduto la notte scorsa a Olginate. Un ragazzo di 25 anni è stato portato in ospedale per un trauma cranico, subito dopo una caduta. Il giovane potrebbe essere stato invece vittima di un’aggressione e la sparatoria di oggi potrebbe essere un regolamento di conti.

IL SINDACO - "Per una lite fra ragazzi non può finire in questo modo, altrimenti non si finisce più. Non posso neanche pensare a uno scenario del genere". Lo afferma all'Adnkronos Marco Passoni, sindaco di Olginate, Comune di 7mila abitanti. Il sindaco evoca lo scenario di una vendetta e conferma che la sparatoria sarebbe legata a un episodio accaduto la notte scorsa a Olginate: un ragazzo di 25 anni è stato portato in ospedale per un trauma cranico, attribuito dallo stesso giovane a una caduta. Il 25enne sarebbe stato invece vittima di un’aggressione e la sparatoria di oggi sarebbe un regolamento di conti.

Sul luogo della sparatoria, su cui Passoni è accorso, "c'era fermento e collera da parte dei parenti delle vittime. A un certo punto gli animi erano troppo caldi. Bisogna mantenere la calma, bisogna lasciar lavorare le forze dell'ordine, bisogna fidarsi delle forze dell'ordine e della giustizia", è il suo appello. "Non è mai successa una cosa del genere nel nostro paese. E' veramente inspiegabile e terribile", continua il sindaco, ancora scosso dall'accaduto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza