cerca CERCA
Domenica 26 Marzo 2023
Aggiornato: 06:00
Temi caldi

Spazio: Casini (Asas), 'pmi settore chiedono al Governo meno burocrazia e più fiducia'

16 febbraio 2023 | 13.23
LETTURA: 3 minuti

Spunti di riflessione, ma anche testimonianze eloquenti. Soprattutto una richiesta comune: le piccole e medie imprese del settore spaziale meritano più fiducia. Questi i temi emersi oggi al seminario “Proposte di indirizzo per una strategia nazionale di posizionamento e sviluppo delle pmi del settore spaziale”, organizzato da Asas, l'articolazione confindustriale per i servizi e le applicazioni spaziali. Circa cento i partecipanti e numerosi e qualificati i relatori, che hanno portato i loro contributi.

Il momento di confronto ha preso le mosse dall'intervento del Generale di Corpo d’Armata Franco Federici, consigliere militare presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri,che ha portato i saluti del Governo ed ha sottolineato l'importanza dello spazio nella visione delle Forze Armate che si sono strutturate a livello di Stato Maggiore con specifici comandi per lo Spazio, ebbene il ruolo "invadente" dei privati nelle questioni di sicurezza del quinto dominio è visto con attenzione ma anche con grande fiducia per la sua portata di conoscenze, competenze, entusiasmo. Una prima analisi delle linee strategiche del documento sulle politiche industriali è stata fatta dal presidente di Asas, Ing. Silvano Casini, già commissario Asi e veterano dello spazio italiano: "L'impegno di Asas è volto a creare un circolo virtuoso che possa far decollare nella sua spirale l’intera filiera spaziale, sia per gli aspetti tecnologici che per i modelli di business davanti ai crescenti risvolti di alto valore strategico per il campo delle comunicazioni, della difesa e dell’ambiente, solo per citare i più attuali", ha dichiarato.

Lo stimolo per questa discussione era giunto dalle parole del Ministro Adolfo Urso in occasione della Ministeriale ESA avvenuta a Parigi nel novembre scorso, durante la quale fu annunciato l’impegno del Governo a sostenere le pmi. La visione di Asas, riassunta in un documento programmatico, è stata recensita da Diego Malcangi, giornalista e caporedattore di Euronews. Di grande spessore le esperienze portate alla platea da Veronica La Regina (che ha parlato nella new space economy in Italia e del ruolo delle società a partecipazione estera), Guido Arista (il cui intervento si è centrato sul nuovo mercato dell’orbita bassa), Davide Rossetti (che ha illustrato il ruolo delle PMI nel contesto europeo del New Space) e Roberto Tartaglia (che ha portato alla platea la testimonianza su come ritardi e burocrazia danneggiano le piccole e medie imprese). Infine ha portato i saluti dell’Agenzia Spaziale Italiana l’ingegnere Augusto Cramarossa.

Malcangi di Euronews ha quindi sottolineato che il ruolo delle pmi e della loro rappresentanza confindustriale è stato di grande impulso per il settore spaziale che oggi vede con diffidenza i progetti elefantiaci tipo l' Arianne 6 dei Francesi ma con grande interesse alle soluzioni proposte e realizzate dai "piccoli". E' stato anche ricordato il ruolo della formazione specialistica portato avanti sotto patrocinio di Asas.

Il presidente Silvano Casini esprime quindi soddisfazione per il livello dell’evento: “Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti e quelli che ci hanno ascoltati, perché il quadro che emerge è di una grande vitalità delle piccole e medie imprese. Il nostro è un comparto che ha idee, competenze ed esperienze in grado di rispondere alle sfide del mercato internazionale spaziale, ma troppe volte le nostre piccole e medie imprese si scontrano con burocrazia e sfiducia, ostacoli del tutto sconosciuti ai competitor del resto d’Europa. Ci auguriamo che un governo che pone attenzione sul made in Italy e più in particolare sul tessuto produttivo sappia ascoltare le indicazioni che stanno emergendo. Sarà un mio preciso impegno portare le istanze sollevate in questa occasione fino ai massimi livelli per dare il via ad una vera rivoluzione formativa nel sostenere chi fa impresa in questo delicato e promettentissimo settore”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza