cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 10:15
Temi caldi
SPECIALE
'Abitiamo nuovi spazi di libertà'

'Abitiamo nuovi spazi di libertà'

Tecnologia al servizio di pazienti Sla e Sma, esperti a confronto

Oggi la tecnologia può trasformare l’ambiente domestico, e una casa “intelligente” può rappresentare uno strumento fondamentale per supportare l’indipendenza e l’autonomia delle persone che vivono gravi disabilità, come quelle causate da malattie neuromuscolari e neurodegenerative. Eppure, da un’indagine condotta dal team multidisciplinare di Nemo Lab e del Centro clinico Nemo su un campione di 46 intervistati adulti, di cui 23 con Atrofia muscolare spinale (Sma), Sclerosi laterale amiotrofica (S...

Il 74% pazienti con Sma e Sla dipende da caregiver, l’indagine

"Senza familiari nelle mie mura domestiche l’indipendenza sarebbe pressoché nulla”. È questo il pensiero del 74% dei 23 pazienti con atrofia muscolare spinale, sclerosi multipla e distrofie muscolari intervistati per un’indagine pilota qualitativa condotta dal team multidisciplinare Nemo Lab e Centro clinico Nemo. I risultati dello studio, che ha coinvolto anche 23 caregiver, sono stati illustrati, questa mattina a Roma, in occasione della presentazione alla stampa del progetto 'Abitiamo nuovi sp...

alternate text

Banfi (Biogen): 'Da 40 anni al fianco pazienti Sla e Sma'

"Da oltre 40 anni Biogen è al fianco delle persone con malattie neuromuscolari e i loro caregiver. Sostenere il progetto 'Abitiamo nuovi spazi di libertà' a favore di una casa smart, inclusiva e sicura per chi vive con disabilità è tra le nostre missioni. Non ci occupiamo solo di ricerca di nuove strategie terapeutiche, ma siamo da sempre impegnati per migliorare la qualità di vita di chi è costretto a convivere con Sma, Sla e distrofie muscolari". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute Giuseppe Banf...

alternate text

Fontana (Nemo): 'Casa smart migliora qualità vita disabili'

"I Centri clinici Nemo da sempre si battono per migliorare la qualità di vita delle persone affette da malattie neuromuscolari. Il progetto 'Abitiamo nuovi spazi di libertà', ovvero la casa intelligente, inclusiva e sicura, è un ulteriore strumento a disposizione dei pazienti per renderli autonomi nella loro quotidianità all'interno delle mura domestiche". Così all'Adnkronos Salute Alberto Fontana, presidente dei Centri clinici Nemo, oggi a Roma a margine dell'evento di presentazione di 'Abitiamo...

alternate text

Disabilità, Banfi (Biogen): "Con 'Abitiamo nuovi spazi di libertà' si punta a qualità della vita"

"Il progetto 'Abitiamo nuovi spazi di libertà' vuole andare nella direzione di saper trovare, insieme alle istituzioni, alla comunità scientifica e alla comunità delle persone che convivono con le malattie neuromuscolari, un contesto che possa rendere la vita di queste persone più facile e vivibile possibile, dove la qualità della vita sia al centro degli interessi di tutti noi". Lo ha detto l'amministratore delegato di Biogen Italia, Giuseppe Banfi, a margine della presentazione a Roma del proge...

alternate text

Disabilità, Fontana (Centri clinici NeMO): "Con tecnologia meno evidenti limiti malattie neuromuscolari"

"Il progetto 'Abitiamo nuovi spazi di libertà' è un ulteriore strumento a disposizione delle persone affette da malattie neuromuscolari per migliorare la qualità della vita all'interno del domicilio. Attraverso la ricerca scientifica e tecnologica è possibile creare quegli spazi di autonomia che migliorano il modo di affrontare questo tipo di malattie. La tecnologia è lo strumento che crea condizioni di vita indipendente e, soprattutto, può rendere meno evidenti i limiti che purtroppo molto spess...

alternate text

Disabilità, Regondi (Centri Clinici NeMO), "'Abitiamo nuovi spazi di libertà' nato da bisogno pazienti neuromuscolari"

"Il progetto nasce dal bisogno espresso dai pazienti neuromuscolari dei centri clinici NeMO raccolto dai clinici e dai ricercatori di NeMO e di NeMO Lab. Sulla base di questo bisogno abbiamo elaborato uno spazio e una progettualità che potesse fornire una risposta tecnologica all'altezza di questi bisogni. Abbiamo poi creato una ricerca e una survey per misurare gli obiettivi e i bisogni ed elaborare una risposta che fosse sempre più strutturata e tecnologicamente avanzata. Da qui nasce il Forwar...

alternate text

Disabilità, Sansone (Centro Clinico NeMO Milano): "Su malattie neuromuscolari tecnologia migliora presa in carico"

"La ricerca sulle malattie neuromuscolari oggi non è solo concentrata sulle terapie farmacologiche, ma è anche rivolta alla tecnologia, perché questo permette di migliorare la presa in carico, di fornire maggiore autonomia, di favorire l'inclusione delle persone e di ottimizzare i risultati della terapia farmacologica". Lo ha detto Valeria Sansone, direttore clinico e scientifico del Centro Clinico NeMO di Milano e professore ordinario presso l'università degli studi di Milano, a margine della pr...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza